Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ombra cara, antologica di Mario De Maria a 100 anni dalla morte

Ombra cara, antologica di Mario De Maria a 100 anni dalla morte

Settanta opere dal 21 marzo al Museo Ottocento di Bologna

BOLOGNA, 19 febbraio 2024, 12:37

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

A cent'anni dalla morte, avvenuta il 18 marzo 1924, il Museo Ottocento Bologna celebra la figura del pittore simbolista Mario De Maria, noto anche come 'Marius Pictor'. La mostra Mario De Maria, Marius Pictor (1852-1924).
    Ombra cara, in programma dal 21 marzo al 30 giugno, presenta settanta dipinti - tra capolavori, inediti e opere ritrovate e appositamente restaurate dal Museo Ottocento Bologna - provenienti da prestigiose istituzioni museali italiane (Gallerie degli Uffizi di Firenze, Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma, Galleria d'Arte Moderna di Milano) e da collezioni private nazionali e internazionali. La mostra antologica intende conoscere ed approfondire il singolare percorso dell'artista, uomo complesso e tormentato, sodale di Gabriele D'Annunzio, padre del "Simbolismo italiano" o "Naturalismo spiritualista", e tra i pionieristici fondatori della Biennale di Venezia.
    La mostra, a cura di Francesca Sinigaglia, è parte del progetto Bologna pittrice - Il Lungo Ottocento -1796-1915, un'iniziativa promossa dal Settore Musei Civici Bologna che coinvolgerà quindici sedi espositive delineando un percorso nella pittura bolognese dall'età napoleonica all'inizio della Grande Guerra. 'Ombra cara' è strutturata in sette sezioni che ripercorrono la vita di De Maria dagli esordi alla morte. Il percorso si delinea come un "racconto" attraverso le parole dell'artista, al centro dei cambiamenti artistici di fine secolo. Le sue parole sono tratte dalle lettere manoscritte che inviò all'amico Vittore Grubicy de Dragon, oggi conservate all'archivio Grubicy del Mart di Rovereto e dell'archivio De Maria alla Biblioteca del Museo Correr di Venezia. Il visitatore potrà così farsi un'idea della personalità dell'artista, sempre in conflitto con se stesso e con gli altri, ma al tempo stesso "raffinato e onesto critico della sua opera".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza