Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Impianto sperimentale a Cagliari per immagazzinare l'energia

Impianto sperimentale a Cagliari per immagazzinare l'energia

Permette la conversione dell'anidride carbonica in metano

CAGLIARI, 19 febbraio 2024, 15:55

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un nuovo impianto sperimentale che converte l'anidride carbonica in metano, attraverso un processo che permette di conservare l'energia. A Cagliari la realizzazione del progetto per Sardegna Ricerche. L'azienda ideatrice, la Res Italia, è invece di Ravenna.
    L'impianto è costituito da un reattore dove crescono dei ceppi batterici specializzati che si nutrono di anidride carbonica e idrogeno (prodotto dall'idrolisi dell'acqua).
    Attraverso il processo si può passare da un surplus di energia solare, non immagazzinabile a lungo termine in batterie, a metano, risorsa energetica tipicamente stoccabile e conservabile senza complicazioni enormi. Una delle sfide più importanti - spiega l'azienda - che dovrà affrontare l'umanità nei prossimi anni sarà quella del conservare l'energia rinnovabile. Lo stoccaggio nel breve termine è relativamente semplice, come il suo utilizzo istantaneo. Si complica, e di molto, la gestione sul medio o lungo termine. Ci sono picchi di surplus che non sono facili da distribuire lungo la rete elettrica istantaneamente: le batterie non bastano più, ce ne vorrebbero di gigantesche e sarebbero molto costose anche nella gestione.
    "Il processo di metanazione biologica è noto da tempo, ma certamente è unico nel suo genere l'impianto che abbiamo realizzato in collaborazione con Sardegna Ricerche, dove è attivo un progetto di circolarità energetica ben integrato con altri impianti che avevamo installato negli anni passati - spiega il ceo di Res Italia, Davide Bersani - Ma le applicazioni che prevediamo possibili, attraverso questo processo, sono davvero innumerevoli se pensiamo solo che si utilizza un inquinante come l'anidride carbonica per produrre energia rinnovabile. Il nostro obiettivo è quello di sviluppare soluzioni tecnologiche che consentano di affrontare e risolvere problematiche energetiche ed ambientali, garantendo uno sviluppo sostenibile nei relativi settori di intervento".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza