Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Manetti Bros in Regione E-R, set della trilogia di Diabolik

Manetti Bros in Regione E-R, set della trilogia di Diabolik

Bonaccini, 'questa produzione si è rivelata un successo'

BOLOGNA, 07 febbraio 2024, 17:43

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Interrogatori mozzafiato, inseguimenti adrenalinici, baci, rapine epiche, sparatorie all'ultimo colpo: sono alcuni dei momenti più cinematografici che le torri del Fiera District hanno vissuto dal 2019 al 2022 nelle settimane di permanenza a Bologna del set della trilogia di Diabolik. Per rendere omaggio a questi luoghi, che nei film sono stati veri e propri attori, i registi, i Manetti Bros, hanno deciso di salutare la Regione con un incontro nel quale ripercorrere i momenti più emozionanti di questa avventura.
    Nella sala polivalente sono state proiettate tre clip dei tre film su Diabolik, a cui sono stati invitati i dipendenti della Regione, e il presidente Stefano Bonaccini è stato omaggiato con la "mappa" di Clerville, l'immaginaria cittadina in cui sono ambientate gran parte delle avventure di Diabolik ed Eva Kant.
    "Questa produzione si è rivelata un successo - ha commentato Bonaccini - e siamo orgogliosi di aver contribuito con gli scenari di viale Aldo Moro alla riuscita di un progetto così apprezzato dal pubblico. Siamo fra le regioni che sostengono le produzioni più importanti e favoriscono l'attrattività dei progetti cinematografici. Il settore dell'audiovisivo è di fatto entrato nelle politiche industriali della Regione con un impegno importante per un comparto nel quale continueremo a investire attraverso il Fondo regionale per l'audiovisivo, fondamentale per la valorizzazione del territorio, per l'innovazione e per il lavoro, viste anche le nuove professioni che nascono nell'industria della creatività".
    I tre film su Diabolik sono stati sostenuti anche col Fondo dell'Audiovisivo regionale con un contributo di 450mila euro e la ricaduta economica della trilogia è stata di oltre 23 milioni, con un volano in Emilia-Romagna di circa 4,5 milioni.
    L'Emilia-Romagna Film Commission ha dato supporto logistico, mettendo a disposizione alcuni uffici regionali nelle Torri in Fiera, dove è stato ricostruito l'ufficio dell'ispettore Ginko nella questura di Clerville, dove agisce il personaggio antagonista di Diabolik. Le riprese sono state fatte anche nel centro storico di Bologna, dove ha sfrecciato la Jaguar nera del 're del terrore'.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza