A Venezia si fa Festa del Redentore, ma con prenotazioni online

Definita capienza per barche e aree ormeggi, green pass a riva

Redazione ANSA VENEZIA

(ANSA) - VENEZIA, 12 LUG - Venezia riabbraccia. dopo l'anno della pandemia, uno degli appuntamenti più attesi da residenti e ospiti della città: la Festa del Redentore, che culminerà nel tradizionale spettacolo pirotecnico in bacino di San Marco, la notte del 17 luglio. La macchina organizzativa è attiva da settimane. Come per le altre manifestazioni - l'ultima il G20 di pochi giorni fa - il Comune di Venezia ha avviato un tavolo tecnico coordinato dal prefetto Vittorio Zappalorto, nel corso del quale sono state definite le linee guida, con particolare riguardo alle procedure anti Covid. L'invito principale è di seguire lo spettacolo dall'acqua, nella modalità più tradizionale. Sarà necessaria la prenotazione del natante, la conservazione della lista dei passeggeri per i 14 giorni successivi (per il contact tracing), il mantenimento del distanziamento sociale a bordo, la capienza in barca limitata all'80% in caso di non conviventi. Le aree di ormeggio saranno suddivise per tipologia di imbarcazione. Per chi desiderasse invece seguire lo spettacolo a terra, dalle rive più vicine al Bacino (Zattere, Piazzetta S.Marco, Riva degli Schiavoni, Giudecca), l'accesso sarà con prenotazione obbligatoria ed esibizione del "green pass" (15 giorni dopo la prima vaccinazione o con tampone con esito negativo nelle 48 ore prima). Per facilitare gli ospiti della manifestazione, verranno istituiti dei punti tamponi temporanei in Giudecca e a San Marco, anche con l'utilizzo di un vaporetto ormeggiato in Canal Grande in zona Rialto, e verrà prolungata l'apertura del punto tamponi presso la stazione ferroviaria di Santa Lucia. Da domani sarà disponibile sui siti di www.comune.venezia.it e www.veneziaunica.it la pagina dedicata alle prenotazioni.
    (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie