Art Bonus, 'Adotta un mattoncino' per l'Infinito

Itinerario innovativo Recanati, tra Leopardi, Gigli, Lotto

di Alessandra Massi RECANATI

 RECANATI, 22 DIC - Contribuire con un mattoncino, magari personalizzato dal proprio nome o da una frase, a costruire il marciapiede di un innovativo percorso immersivo lungo una delle passeggiate più note della poesia italiana: quella sul Colle dell'Infinito di Recanati, il celebre Monte Tabor che ispirò a Giacomo Leopardi i versi immortali de L'infinito. Sarà possibile farlo grazie all'Art Bonus: per raccogliere i fondi necessari al progetto è stata lanciata la campagna "Adotta un mattoncino del Colle dell'Infinito" che permetterà a tutti di contribuire concretamente e idealmente alla costruzione del marciapiede dell'itinerario. Nel 2021 un tratto di circa 2 km del viale che congiunge il Colle dell'Orto dell'Infinito con il Museo di Villa Colloredo Mels dove sono custodite preziose opere di Lorenzo Lotto e con il Duomo, potrà trasformarsi in un percorso immersivo, dove lo scenario de L'infinito, la voce di Beniamino Gigli, anche lui illustre cittadino recanatese, l'arte del Lotto e la poesia di Leopardi si fonderanno grazie a un progetto turistico-culturale supportato da strumenti tecnologici, analogici e piccole infrastrutture posizionate lungo il tracciato. Con l'Art Bonus, chi effettuerà un'erogazione liberale a sostegno della campagna, otterrà un credito di imposta pari al 65% dell'importo donato.
    Ciascun donatore, nell'adottare un mattoncino, potrà dargli un nome e una dedica, diventando così parte del cammino multisensoriale che ispirerà chi lo percorre ad una profonda identità con il paesaggio circostante. Che si tratti di un abitante del borgo, di un turista di passaggio o di un amante della poesia, tutti potranno diventare mecenati 4.0 e sentirsi parte del Colle, lasciando un segno nella memoria collettiva.
    Previsti dei meccanismi di premialità, suddividendo i riconoscimenti in termini di visibilità che vanno dall'intitolazione virtuale, all'incisione del nome del mecenate sul cammino e alla realizzazione di targhe dedicate. Il progetto del Comune di Recanati, curato da Promo PA Fondazione, con il partenariato dell'Associazione Arena Sferisterio di Macerata, trova un naturale punto di riferimento nella Biblioteca Comunale di Recanati "M.A. Bonacci Brunamonti". "L'Art Bonus è un importante strumento che ci permette di coinvolgere tutti coloro che credono, come noi, nella cultura per una nuova rinascita - dice il sindaco di Recanati Antonio Bravi -. La forza e la passione della poesia di Giacomo Leopardi unisce i popoli, lenisce le pene dell'anima e ci permette di guardare insieme con coraggio 'oltre la siepe'". Per l'assessore alla Cultura Rita Soccio l'iniziativa rientra nel più vasto progetto portato avanti dal Comune di abbinare benessere e cultura, e basato sul "potere rigenerativo per l'anima e per il corpo della cultura e della bellezza paesaggistica, specialmente in momenti difficili come quelli che stiamo vivendo". Insomma la cultura 'che cura' intesa come un vero e proprio servizio sociosanitario: "i mecenati che adotteranno un mattoncino non solo potranno possedere virtualmente una piccola parte del Colle ma ci aiuteranno a concretizzare questa nuova visione della cultura".
    
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie