Festa 2 luglio, una mostra sul "giorno più lungo" di Matera

In onore di Maria Ss. della Bruna. Al Museo Ridola fino al 20/9

Redazione ANSA MATERA

(ANSA) - MATERA, 10 LUG - Statue del carro trionfale di cartapesta, da due anni fermo nella ''fabbrica'' del rione Piccianello a causa della pandemia, divise di generali e cavalieri della cavalcata del 2 luglio, finimenti dei muli, foto d'epoca, immagini, filmati e altre curiosità sulla festa in onore della Patrona di Matera, Maria Santissima della Bruna.
    Sono alcune delle attrazioni della mostra ''Gli autori dei carri trionfali della Madonna della Bruna'' organizzata dall'Associazione ''Maria Santissima della Bruna'' e allestita nella Città dei Sassi fino al 20 settembre al Museo archeologico "Domenico Ridola''.
    L'iniziativa, che sta incontrando l'interesse dei visitatori e turisti per il doppio tuffo nel passato sulle tradizioni e sulla storia di Matera, ha avuto il merito di aver coinvolto tanti cittadini, pronti a tirar fuori dai cassetti, laboratori, manufatti del passato che hanno segnato l'evoluzione del ''giorno più lungo" dei materani. E così alle produzioni delle famiglie più note, protagoniste nella realizzazione del carro, dai D'Antona ai Pentasuglia, dagli Epifania ai Nicoletti fino ai più recenti Mario Daddiego, Andrea Sansone e al giovane Eustachio Santochirico, si affiancano le produzioni in miniatura realizzate da appassionati con diverse tecniche e materiali. Non mancano le curiosità come le foto del carro realizzato da Michelangelo Pentasuglia per il 150/o anniversario dell'Unità d'Italia o i finimenti per la bardatura dei muli degli anni Cinquanta, finiti in Puglia, e poi riportati a Matera.
    Ad accogliere i visitatori è ovviamente la Madonna della Bruna, su una maxi-foto in bianco e nero degli anni Sessanta, che dà appuntamento all'edizione 2022 della festa. Quella, si augurano materani e turisti, del ritorno al passato, per strade e piazze della Città dei Sassi, con processioni, luminarie, cavalieri in costume, fuochi d'artificio, l'assalto e lo "strappo" finale del carro trionfale. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie