Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Natura e paesaggi, la primavera a Palazzo Barberini

Natura e paesaggi, la primavera a Palazzo Barberini

In mostra fino al 31 gennaio 14 capolavori dai depositi

ROMA, 19 dicembre 2023, 19:22

di Elisabetta Stefanelli

ANSACheck

NATURA E PAESAGGI, LA PRIMAVERA A PALAZZO BARBERINI - RIPRODUZIONE RISERVATA

NATURA E PAESAGGI, LA PRIMAVERA A PALAZZO BARBERINI -     RIPRODUZIONE RISERVATA
NATURA E PAESAGGI, LA PRIMAVERA A PALAZZO BARBERINI - RIPRODUZIONE RISERVATA

Tutto è nato da un piccolo quadro con splendida cornice di Hubert Robert, L'imbarcadero, una straordinaria veduta immaginaria in cui nel 1782 l'artista francese mette insieme il Pantheon, fantasticamente affacciato sul porto di Ripetta ipotizzato in rovina mentre era in perfette condizioni, e affiancato dai palazzi del Campidoglio.
    "Il quadro era nel deposito di palazzo Barberini e quando l'ho visto, io che sono uno studioso del paesaggio, ho immaginato questa piccola mostra per offrire un'eterna primavera nei giorni d'inverno. La valorizzazione dei depositi, che considero il tesoro nascosto di ogni museo, è uno dei punti cardine del mio lavoro nelle Marche - fino al 5 maggio è possibile visitare una mostra L'altra collezione Galleria nazionale delle Marche - e che ho voluto riproporre anche qui".
    Parola di Luigi Gallo, direttore ad interim delle Gallerie dal 15 novembre, che sta per lasciare il posto al neo nominato Thomas Salomon, per tornare al suo incarico di direttore della Galleria nazionale delle Marche a Urbino e alla direzione regionale dei musei delle Marche, e che ha organizzato questa preziosa esposizione in tempi record.
    Nella piccola Sala dei paesaggi hanno trovato quindi posto fino al 31 gennaio quattordici capolavori: si tratta di paesaggi dipinti tra il XVII e il XVIII secolo da grandi artisti come Nicolas Poussin, Gaspar Dughet, Pietro da Cortona, Francois Boucher, Jean Honorè Fragonard, Hubert Robert, Jacob Philipp Hackert. Opere provenienti da una donazione avvenuta negli anni Sessanta al museo, "per riportare alla luce questa straordinaria collezione di arte francese, unica in Italia, che prima o poi dovrà trovare un luogo in cui essere esposta", aggiunge Gallo.
    Nasce così 'Di natura e d'invenzione. Paesaggi, Vedute e Capricci dai depositi delle Gallerie nazionali d'arte antica', a cura dello stesso Gallo con Paola Nicita e Yuri Primarosa.
    "L'idea - spiegano i curatori - è quella di definire, attraverso i 14 quadri, l'evoluzione di un nuovo rapporto dell'uomo con la natura e il rinnovamento del genere, stimolato dall'interazione tra artisti e scienziati".
    Si trovano così in mostra una magnifica opera di Pietro da Cortona, che rappresenta uno dei primi quadri con una veduta realistica, fino ai paesaggi immaginari, come quelli di Boucher - pittore di corte a Versailles -, alle splendide pastorelle in abiti lussuosi e pelle di luna di Fragonard, fino ai cieli illuminati d'infinito di Hackert, maggior rappresentante del paesaggio analitico illuminista.
    Insomma un delizioso regalo di Natale per il pubblico, un'occasione in più per visitare Palazzo Barberini. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza