Enoturismo a Firenze, tour guidati in 'buchette vino'

Ce ne sono 180 nella città toscana

Redazione ANSA FIRENZE

Per quattro secoli hanno funzionato a Firenze come originali punti vendita di vino dal produttore al consumatore, oggi sono state riaperte in funzione anti contagio: sono le 'buchette del vino', i 'finestrini' - 180 in città, di cui una trentina fuori dal centro storico - che diventano ora protagonisti, nel mese di febbraio, di percorsi guidati a piedi e in bicicletta per le strade di Firenze e le colline circostanti.

Si tratta di quattro itinerari di visita e quattro videotour promossi dall'associazione 'Buchette del vino' con il contributo dell'assessorato al Turismo di Palazzo Vecchio. Le visite guidate dureranno 90 minuti: è necessario prenotarsi all'indirizzo mail info@buchettedelvino.org o al numero 3351435326. "Un'iniziativa di grande fascino per contribuire ad accompagnare la ripartenza del settore turistico in grave crisi per gli effetti della pandemia - ha detto l'assessore al Turismo Cecilia Del Re -. Un modo per riscoprire la storia di Firenze attraverso le buchette del vino, che durante il lockdown, sono state riaperte da alcuni esercizi fiorentini per servire i propri prodotti in modalità anti-contagio. Un progetto che va nella direzione giusta promuovendo itinerari insoliti tra arte, storia e vita quotidiana della Firenze di ieri e di oggi. L'iniziativa rientra tra i progetti finanziati dall'assessorato al Turismo per valorizzare un turismo outdoor e innovativo in linea con gli obiettivi sempre più centrali di sostenibilità sociale, ambientale ed economica".

Il presidente dell'associazione Matteo Faglia ha sottolineato che il progetto "mira a far conoscere ai fiorentini e a tutti gli appassionati italiani e stranieri di questa città un aspetto poco conosciuto ma caratteristico e pieno di curiosità e di sorprese".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie