Brunello di Montalcino, 9 milioni di contrassegni Docg nel 2020

Bene le vendite grazie ad annate 2015 e 2016

Redazione ANSA ROMA

 - Sono circa 9 milioni i contrassegni Docg consegnati nel 2020 dal Consorzio per altrettante bottiglie di Brunello di Montalcino pronte alla vendita. A renderlo noto è il Consorzio di tutela del vino. Il dato registrato da Valoritalia è superiore (+12,2%) rispetto alle bottiglie immesse sul mercato nel 2019 e alla media degli ultimi 5 anni (+4,3%).

Protagonista del trend è il millesimo 2015, "giudicato straordinario - riferisce una nota - dalla critica internazionale e oggetto di un boom di ordini da tutto il mondo già prima del suo esordio sugli scaffali". Il Consorzio sottolinea che "alla sua prima stagione di vendita (da quest'anno è in commercio la riserva), l'annata 2015 ha già fatto meglio dei due millesimi precedenti rispettivamente del +53% del +32%. Buono anche l'andamento dell'annata 2016, per cui tra novembre e dicembre scorsi sono stati richiesti 2,7 milioni di contrassegni Docg per altrettante bottiglie pronte a essere distribuite nel mondo. Viene inoltre osservato che "l'emergenza sanitaria ha certamente limitato ma non fermato una crescita che sarebbe stata ancora più netta senza i cali di richieste dei mesi di maggio e dicembre". Sono segnalati stabili nel 2020 (-1%, a oltre 4,1 milioni di bottiglie) le consegne di contrassegni per il Rosso di Montalcino. "Considerata la congiuntura attuale - ha detto il presidente del Consorzio del vino Brunello di Montalcino Fabrizio Bindocci - il risultato generale è assolutamente positivo, anche se in condizioni normali la crescita sarebbe stata almeno doppia". "Abbiamo avuto - aggiunge - la fortuna di affrontare il periodo più difficile con le 2 annate consecutive migliori della storia come alleate".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie