ANSAcom

Osservatorio Birra, in 2019 valore condiviso settore 10mld

Boom dal 2009 al 2019 con +35% di produzione

ANSAcom

Prima dell'emergenza Covid quella che viveva l'Italia era una 'primavera della birra' se non un' estate, con una filiera strategica per il Paese che nel 2019 ha generato quasi 10 miliardi di euro (9.483 milioni di euro) di valore condiviso, dando lavoro a 108 mila famiglie (+18% rispetto al 2017) e versando contributi allo stato per 4,5 miliardi di euro (+8% in 3 anni). Lo rilevano i dati diffusi dall'Osservatorio Birra nel 4° Rapporto "La creazione di valore condiviso del settore della birra in Italia", realizzato da Althesys.
La birra è arrivata a fine 2019 forte di una crescita durata praticamente 10 anni: +35% dal 2009 (17,2 milioni di ettolitri), con il 36,1% dei consumi concentrati nell'Ho.Re.Ca. e una quota del 63% del valore condiviso che fa capo a bar, hotel, ristoranti e pizzerie, in virtù di un notevole valore aggiunto. Nel 2019 il valore condiviso creato dall'industria della birra in Italia ha sfiorato i 10 miliardi di euro (9.483 milioni di euro, +3% rispetto al 2019). Una cifra che corrisponde a un mezzo punto percentuale (0,53%) del Pil, al 21% del valore del Recovery fund per il biennio 2021-2022 e al 72% del valore alla produzione del settore delle bevande alcoliche.
La birra, secondo il rapporto, non ha portato ricchezza solo a chi la produce, ne hanno beneficiato soprattutto le fasi a valle e a monte della filiera e lo Stato. Distribuzione e vendita hanno fatto la parte del leone (7.388 milioni di euro), mentre la primavera della birra ha portato un buon contributo alle casse dello Stato: 4.552 milioni di euro tra Iva, imposte e contributi sul reddito e sul lavoro, con una crescita del +8% rispetto a 3 anni prima. Ha permesso anche di distribuire 2.698 milioni di euro di salari e di dare lavoro, lungo la filiera, a 108.338 famiglie (con un valore di 31,4 occupati per ogni addetto alla produzione), registrando un aumento del +18% nella capacità di dare occupazione rispetto al 2017.

In collaborazione con:
HEINEKEN

Archiviato in


    Modifica consenso Cookie