Da gricia a polentata, per sapori regionali è boom consegne a domicilio

Per sostenere piccoli produttori e interscambio ricette tipiche

Redazione ANSA ROMA

Poche certezze in queste festività sotto pandemia se non che saremo molto a casa e a cucinare. Per chi vuol concedersi un viaggio almeno gastronomico, esplorando sapori di altri territori, fioccano le proposte di consegna a domicilio di prodotti regionali.

Alcune promosse da istituzioni pubbliche come nel caso della Regione Lazio e Arsial con (p)orto sicuro per sostenere i piccoli produttori Dol (di origine laziale), oltre a PromoTurismoFVG che sostiene le realtà della Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia o dal tacco d'Italia il gustoso paniere green di Puglia Eco Travel con progetto finanziato nell'ambito del Psr Puglia 2014/2020 per la "Creazione di nuove forme di cooperazione per lo sviluppo/la commercializzazione dei servizi turistici".

Altre sono iniziative private come "Made in Senigallia", con specialità enoiche e marinare marchigiane, e in Alto Adige Martin Foradori Hofstatter che propone di ricreare la convivialità di un pranzo in vigna accompagnando i suoi vini con polenta e formaggio, due tipicità del territorio alpino che permettevano di resistere al lavoro fino al calar della notte. Il delivery annovera tra le eccellenze dell'Alto Adige i Riesling Hofstatter, il formaggio "Alta Badia" della cooperativa Mila con latte fresco di montagna fornito da 2.400 famiglie che nei loro masi curano pascoli e alpeggi, insieme alla polenta di un piccolo produttore del maso Romerhof dove la famiglia Giovannett coltiva Tirggplent, un'antica varietà di mais.

Sostenere le aziende del Lazio, garantire una filiera distributiva controllata e sicura, promuovere chi fa qualità sono gli obiettivi per cui è nato il bando di Arsial (P)orto Sicuro, che prevedeva la concessione di contributi a fondo perduto per sostenere le aziende agricole regionali che hanno subìto l'impatto negativo del lockdown.

Piccoli produttori virtuosi che hanno sempre rispettato tutti i canoni di una filiera territoriale e dell'attenzione alla sostenibilità, ma che a causa della pandemia hanno avuto un serio contraccolpo, per l'impossibilità di vendere attraverso i loro canali naturali, come le consegne alla ristorazione di qualità, fra i settori più colpiti dal Covid19. Con questo bando Arsial è venuta incontro ai produttori che si sono consorziati in progetti che rispondessero a queste esigenze, favorendo la vendita diretta e la consegna a domicilio, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza sanitaria, di pacchi a denominazione di origine laziale. E quale approdo migliore di Dol, che è appunto l'acronimo di Denominazione di Origine Laziale, il progetto di Vincenzo Mancino che da quasi quindici anni fa ricerca sul territorio per scovare e promuovere i migliori prodotti della terra di questa regione.

Mentre olio, formaggio, legumi, miele sono le bontà proposte da Puglia Eco Travel, una Rete di piccole ed etiche imprese pugliesi, che hanno a cuore la qualità del cibo e il viver sano e naturale. L'Eco Box "Salento" è come il famoso pacco della mamma spedito ai figli lontani; parte dal Sud ed è carico di sapori della terra e forti suggestioni. Puglia Eco Travel è una rete di imprese che si fonda su quattro principi fondamentali: sostenibilità, stagionalità, inclusione e benessere. Obiettivo della Rete è quello di favorire lo sviluppo del territorio in una direzione non solo economica, ma anche sociale e ambientale. Propongono viaggi lenti e meditativi, ricchi di attività e sapori, con minimo impatto ambientale per viaggiare in modo etico e responsabile, come proposto nei pacchetti turistici del Buongustaio Goloso e Vegetariano e un piccolo rito per rendere il futuro più verde, con la piantumazione di una piantina per la realizzazione di un "bosco diffuso".

Per regali last minute Dream&Taste prevede la spedizione in omaggio per chi acquista negli e-commerce dei produttori della Strada del Vino e dei Sapori del Friuli Venezia Giulia aderenti all'iniziativa: dai formaggi di alpeggio al prosciutto di San Daniele Dop, passando per i dolci della tradizione come gubana, presnitz e putizza, si arriva ai grandi vini friulani (Doc Collio, Friuli Isonzo e Colli Orientali del Friuli, Doc Friuli Grave, Doc Friuli Latisana, Friuli Aquileia o Doc Carso), per portare a tavola ricette di una cucina mai come quest'anno premiata dalle guide gastronomiche. In particolare con "Lungo il Tagliamento" si potranno acquistare quelle unicità agroalimentari che vengono prodotte nei luoghi toccati dal Re dei fiumi regionali: prodotti dell'alpeggio come la ricotta affumicata e i formaggi di malga tra cui il çuç di mont, presidio Slow Food, il prosciutto di San Daniele Dop, grappe e dolci della zona del Friuli Collinare, fino ai vini della Doc Friuli Grave e Friuli Latisana passando per birre artigianali e panettoni made in Fvg. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie