Giornata Terra: Coldiretti, con Covid svolta green a tavola

Dalla spesa a chilometro zero e bio al taglio degli sprechi

Redazione ANSA

Con la pandemia il comportamento degli italiani è più green con il 27% che acquista prodotti più sostenibili o ecofriendly rispetto a prima. E' quanto afferma la Coldiretti in occasione della Giornata della Terra, nel sottolineare che sono molti i segnali che indicano una crescente attenzione alla riduzione del consumo delle risorse del Pianeta.

Si va dal taglio degli sprechi, al maggior interesse per le energie rinnovabili al riciclo, dalla sharing economy alla mobilità più sostenibile. Per migliorare la situazione ambientale, secondo l'indagine Coldiretti/Ixe' il 59% degli italiani ritiene che siano necessari interventi radicali sullo stile di vita. Non è un caso che nel 2020 si sia verificato un aumento del 26% della spesa direttamente dal contadino. Nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica, fa sapere la Coldiretti, il valore del carrello è passato da 27 euro a 34 euro, arrivando a rappresentare oltre un terzo della spesa alimentare totale tra i frequentatori di questo canale. Circa 30 milioni di persone che la fanno almeno una volta al mese, si sente un impatto sulla riduzione dello spreco alimentare; questo perché i cibi in vendita sono più freschi e durano di più, senza dover percorrere lunghe distanze con le emissioni dovute alla combustione di benzina e gasolio.

La Coldiretti, infatti, ha calcolato che 1 chilo di ciliegie dal Cile per giungere sulle tavole italiane deve percorrere 12 mila chilometri con un consumo di 6,9 chili di petrolio e l'emissione di 21,6 chili di anidride carbonica. Altro record è il cibo biologico che ha toccato i 3,3 miliardi di euro di consumi nel 2020, con l'Italia primo Paese europeo per numero di aziende agricole con oltre 80 mila operatori coinvolti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie