Riso: record sementi certificate, oltre 400 mila quintali

Il Crea fa il punto sulla campagna 2020-2121 e sulla ricerca

Redazione ANSA ROMA

Chiude in positivo la campagna delle sementi di riso certificato italiano che, con oltre 444 mila quintali su 9.800 ettari, ha raggiunto il valore più elevato degli ultimi 7 anni. A fare il punto è il Crea Difesa e Certificazione, nel tradizionale incontro annuale che organizza in collaborazione con l'Ente Nazionale Risi. Ottimo il coefficiente di utilizzo di semente certificata pari a 1,62, in linea con quello del 2019, con un riutilizzo stimato nel 20%-25% dei casi. Un risultato positivo, segnala il Crea, non compromesso dal calo registrato delle superfici certificate di 200 ettari.

Quanto all'analisi dei diversi gruppi varietali, il Crea fa sapere che il gruppo tondo rappresenta circa il 30% delle superfici approvate; il medio il 3,5%, il lungo A (le varietà parboiled) meno del 20%; e se le varietà da interno rappresentano il 32%, il gruppo lungo B, infine, segna un drastico calo di circa 800 ettari rispetto allo scorso anno. Un quadro variegato, a fronte del quale il ricercatore del Crea, Luigi Tamborini, ha fatti sapere che il 70% della produzione è rappresentato da solo 20 varietà, a fronte delle oltre 130 certificate.

Diverse le attività di ricerca del Crea presentate durante l'incontro, a partire dalla caratterizzazione delle varietà di riso italiane, con specifica attenzione alla produttività e alla resistenza al brusone, principale fitopatologia della coltura. In primo piano anche l'agricoltura biologica, con l'efficacia di alcuni composti derivati da oli essenziali utilizzati per la concia delle sementi e l'individuazione di nuove sostanze utili al risanamento delle sementi. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie