Dal maraschino all'aperitivo, Luxardo Spa compie 200 anni

Una delle più antiche distillerie al mondo, stessa famiglia

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 26 GEN - Il 2021 è un anno particolarmente significativo per la Luxardo S.p.A., che giunge al traguardo dei suoi 200 anni. L'azienda, una delle più antiche distillerie esistenti al mondo, si distingue tra le poche società liquoristiche europee ancora interamente di proprietà della stessa famiglia. Fu fondata da Girolamo Luxardo nel 1821 a Zara, cittadina sulle coste della Dalmazia, per secoli parte della Repubblica di Venezia. Sua moglie, la marchesa Maria Canevari, si dedicava - secondo l'uso del tempo - alla produzione di liquori in casa, in particolare del 'Rosolio Maraschino', specialità prodotta soprattutto nei conventi, ottenuta mettendo in infusione in alcol le marasche (ciliegie asprigne coltivate localmente), zuccherando e unendo essenza di rose per profumare.

L'elevata qualità di questo liquore diede l'idea a Girolamo di sfruttare l'iniziativa familiare su scala industriale, introducendo l'importante innovazione di processo costituita dalla distillazione a vapore. Fu così che nel 1821 creò una fabbrica destinata alla produzione di Maraschino. L'unico dei fratelli superstiti della quarta generazione, Giorgio Luxardo scelse il 10 febbraio 1947, giorno del Trattato di Pace di Parigi con cui la sua città natale veniva ceduta alla Jugoslavia, per aprire assieme al giovane Nicolò III lo stabilimento di Torreglia, in provincia di Padova, ai piedi dei Colli Euganei, inaugurando così un nuovo capitolo della storia aziendale. Oggi la Luxardo nello stabilimento di Torreglia lavora ogni anno le sue marasche, controllando direttamente tutta la filiera, dalla materia prima fino all'imbottigliamento, raggiungendo un totale di produzione di oltre 6 milioni di bottiglie l'anno. La sede si sviluppa su 12.000 mq coperti, conta circa cinquanta dipendenti, una novantina di collaboratori commerciali in Italia e oltre ottanta importatori a livello mondiale.

"Essere qui a raccontare i nostri 200 anni - commenta Franco Luxardo, senior partner - è una profonda emozione. Non sempre è possibile festeggiare queste ricorrenze di persona, a me succede oggi e ne sono orgoglioso: con il pensiero rivolto al passato e la speranza nelle nuove generazioni". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie