Città dell'Olio e Lilt, firmato accordo per tutela salute

Al centro dell'intesa l'olio Evo italiano di qualità

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Al via la sinergia tra l'Associazione Città dell'Olio e la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) per iniziative e progetti volti a sensibilizzare sul tema della protezione della salute, a partire dalla Dieta Mediterranea e dai suoi principi fondamentali, tra cui, in primis, il consumo di olio Evo italiano di qualità.

L'intesa, sancita con la firma di un protocollo d'intesa, nasce dal comune impegno per la diffusione della cultura della salute e del benessere che vede già entrambe le parti attive su più fronti attraverso manifestazioni, campagne, servizi alla persona e progetti che interessano da vicino il cittadino con le proprie competenze e specificità. "Siamo sempre più consapevoli - commenta Michele Sonnessa, presidente Città dell'Olio - che la nostra salute dipende da uno stile di vita sano ed una dieta equilibrata. Cibo e salute sono strettamente correlati e l'olio Evo rappresenta un alleato prezioso nella prevenzione delle malattie, perché è nutrimento del corpo ma anche ingrediente curativo per le sue proprietà nutraceutiche e l'accordo sottoscritto con la Lilt impegna entrambe le nostre organizzazioni a promuovere un uso consapevole dell'olio Evo".

"Un'adeguata alimentazione è essenziale- afferma il presidente della Lilt nazionale Francesco Schittulli - per la tutela della nostra salute e per la prevenzione di tutti i tipi di tumore, è quindi importante scegliere cibi sani e di provenienza controllata". "L'olio extra-vergine di oliva italiano, ricco di proprietà benefiche e protettive, re della nostra dieta mediterranea, non dovrebbe- aggiunge- mai mancare sulla tavola".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie