Bubble Tea food trend che vale 2,2 miliardi di dollari

Tè con bolle piace ai più giovani. Incuriosisce i millennials

Redazione ANSA ROMA

Vale 2,2 miliardi di dollari con una stima dei 3,5 entro il 2026 il mercato globale del Bubble Tea, bevanda nata a Taiwan e composta da thè freddo, latte e perle di tapioca. La bevanda, conosciuta anche con il nome di "tè con le bolle" e affermatosi come prodotto "globetrotter" che ha viaggiato dall'Asia al Nord America (Stati Uniti e Canada) fino all'Europa, incuriosisce, grazie al suo look colorato e alle molte possibilità di personalizzazione, i millennials dopo avere convinto i più giovani.

Il consumo di concretizza in un drink a base di tè (nero, verde o oolong) che può essere servito caldo o freddo a cui si aggiungono latte o sciroppo alla frutta e uno o più topping: dalle perle di tapioca alle popping bobas (piccole palline alla frutta), dai semi di chia fino all'aloe vera. Lungo lo Stivale a diffondere il trend è "Frankly" , startup nata nel 2017 e accredita come la prima di settore con sette negozi aperti (quattro a Milano, gli altri a Torino, Bologna e Bergamo), 55 dipendenti e oltre 1 milione di drink serviti ogni anno per una crescita del 75% registrata nell'anno della pandemia. Il 2020 è stato chiuso con un fatturato di 1.4 milioni di euro. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie