Nuovo rinvio per il lancio telescopio spaziale James Webb

Non prima del 24 dicembre a causa di problemi alla comunicazioni

Redazione ANSA

Nuovo rinvio per il lancio del telescopio spaziale James Webb, il potentissimo strumento destinato ad aprire nuovi orizzonti per lo studio dell’universo. Il lancio programmato per il 18 dicembre, rinviato poi al 22, sarà programmato a non prima del 24 dicembre a causa di alcuni problemi tecnici ai sistemi di comunicazione scoperti durante le fasi di integrazione sul razzo europeo Ariane 5, nel Centro Spaziale Europeo nella Guyana Francese.

In una breve nota online nella notte, la Nasa ha dichiarato che la squadra di tecnici del Webb sta "lavorando su un problema di comunicazione tra l'osservatorio e il sistema del veicolo di lancio". Si tratterebbe di un problema di dialogo con uno dei sistemi che monitora i parametri del telescopio mentre si trova in cima al razzo.

I tecnici non sono ancora riusciti a identificare la fonte del problema e in via prudenziale si è deciso di prendere altro tempo e rinviare di qualche giorno il lancio della missione. Il telescopio James Webb, frutto di una partnership internazionale tra Nasa, Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Agenzia Spaziale Canadese (Csa), è la missione scientifica più costosa di sempre, di circa 10 miliardi di euro, nonché la più attesa degli ultimi 2 decenni. Una volta operativo Webb raccoglierà l’eredità del telescopio Hubble spingendo ancora più avanti le possibilità di comprendere i grandi enigmi dell’universo, dalla materia oscura al big bang fino alla possibilità di scoprire mondi alieni abitati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA