Molecole organiche primitive nel meteorite caduto nel 2018

La scoperta aiuterà a studiare l’origine ​della vita sulla Terra

Redazione ANSA

Ci sono composti organici primitivi nel meteorite esploso nel gennaio 2018 nei cieli del Midwest, negli Stati Uniti, e caduto nel lago ghiacciato, Strawberry, nel Michigan. Lo dimostra lo studio pubblicato sulla rivista Meteoritics & Planetary Science dal gruppo del Museo di storia naturale Field, a Chicago, e dell’Università di Chicago, coordinato da Philipp Heck.   

Animazione (fonte: T. Masterson and the American Meteor Society)

Le analisi sono state compiute su ciò che resta del bolide esploso in cielo: un piccolo sasso cosmico di appena 5 millimetri, il cui sito di atterraggio è stato ritrovato nel lago ghiacciato americano grazie all’aiuto dei radar meteorologici della Nasa, usati per la pioggia e la grandine. In questo modo, è stato possibile recuperarlo subito, nel giro di un paio di giorni, prima che il contatto con l’acqua potesse alterarne la composizione chimica.

"Nei minerali di questo meteorite - ha spiegato Heck - abbiamo individuato composti organici simili a quelli che sono stati probabilmente trasportati sulla Terra primordiale da meteoriti, contribuendo a formare - ha concluso l’esperto - gli ingredienti della vita sul nostro Pianeta”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA