Tumore seno, a ottobre torna il progetto 'Frecciarosa'

Visite ed ecografie gratuite a bordo dei treni ad Alta velocità, Intercity e Regionali e nei FrecciaLounge di Roma Termini e Milano Centrale

Redazione ANSA ROMA

A ottobre torna 'Frecciarosa', il progetto di prevenzione del tumore al seno promosso dalla Fondazione IncontraDonna con il Gruppo FS Italiane e il patrocinio del Ministero della Salute che prevede per tutto il mese visite, consulenze ed ecografie gratuite a bordo dei treni ad Alta velocità, Intercity e Regionali e nei FrecciaLounge di Roma Termini e Milano Centrale. Tra gli obiettivi quello di incentivare la cultura della prevenzione e favorire la diagnosi precoce del tumore alla mammella che, grazie anche ad una maggiore attenzione agli screening, ha visto diminuire la mortalità di quasi il 7% negli ultimi sei anni. Tutto questo a pochi giorni dalle nuove raccomandazioni europee sull'implementazione degli screening oncologici e a fronte dei 55mila nuovi casi l'anno con un 88% di sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi.
    Il progetto, giunto alla 12/ma edizione, vede anche la collaborazione di AIOM (Società Italiana di Oncologia Medica), Farmindustria e ha il patrocinio di Agenas e Sport e Salute.
    Ottobre è il mese internazionale per la prevenzione del tumore del seno e 'Frecciarosa' porterà la consulenza oncologica e le visite con gli specialisti in tutta Italia a bordo dei treni e anche online attraverso la piattaforma www.frecciarosa.it.
    Le testimonial sono la cantante Tosca, la docente di ballo Carolyn Smith, icona della battaglia contro il tumore, e una delegazione della nazionale femminile di nuoto sincronizzato, campione d'Europa 2022. Laura di Mauro porterà un'ulteriore testimonianza in qualità di paziente.   

"Il tumore della mammella è il più frequente in tutta la popolazione italiana - afferma Adriana Bonifacino, presidente della Fondazione IncontraDonna -. Da pochi giorni la Commissione dell'Unione Europea della Salute ha stabilito, tramite nuove raccomandazioni, che lo screening mammografico dovrà essere previsto in tutta Europa per la fascia di età 45-74 anni. L'obiettivo dell'Europe Beating Cancer Plan non si ferma al raggiungimento del 90% di screening per il tumore mammario entro il 2025, ma mira a raggiungere le stesse percentuali per colon-retto e cervice, oltre ad estendere gli screening verso altre tipologie di neoplasie come prostata, polmoni e stomaco. ‘Frecciarosa’, in linea con le nuove indicazioni, è il progetto che per primo in Italia, già da 12 anni, ha aperto con il Vademecum della Salute a raccomandazioni per la prevenzione oncologica a più ambiti, compresi gli stili di vita che rimangono un’arma imprescindibile contro il cancro. Il Vademecum verrà distribuito a bordo treno contestualmente all’offerta di visite, consulenze ed ecografie gratuite, sarà scaricabile gratuitamente sul sito www.incontradonna.it, sulla piattaforma www.frecciarosa.it e sui siti dei partner dell’iniziativa".

 "Abbiamo voluto rinnovare il nostro sostegno al progetto 'Frecciarosa' che, anno dopo anno, ha permesso a migliaia di persone di ricevere informazioni e visite mediche sui corretti stili di vita, - spiega Massimo Bruno, Chief Corporate Affairs Officer Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane - migliorando la cultura della prevenzione, perché la tutela della salute e la salvaguardia del benessere fanno parte della nostra cultura d'impresa e sono principi fondanti dell'identità sociale e industriale di FS". 

 


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA