Covid Italia: 124 morti, 24.691 positivi. Tasso al 15.5%. Rezza, 'calano gli indici ma il virus circola'

Rezza, 'calano gli indici ma il virus circola'. Iss, calano incidenza a 260 da 365 e Rt a 0,77 da 0,81 . Cala l'occupazione nelle terapie intensive e nei reparti

Redazione ANSA

Sono 24.691 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i contagiati erano 27.296. Le vittime sono 124, in calo rispetto alle 147 di ieri. I tamponi effettuati sono 158.905. Il tasso è al 15,5%, il calo rispetto a ieri quando era al 16,3%.

Sono invece 260 i pazienti ricoverati in terapia intensiva (-8), mentre gli ingressi giornalieri sono 26. I ricoverati nei reparti ordinari sono invece 6.782, 243 in meno nelle ultime 24 ore. Gli attualmente positivi sono 799.423, 18.575 in meno rispetto a ieri. Dimessi e guariti sono 20.632.612 (+43.140) mentre il totale dei casi dall'inizio della pandemia è di 21.606.606 e quello dei decessi è di 174.571.

LE PAROLE DI GIANNI REZZA

"Anche questa settimana continua a diminuire il numero di nuovi casi di Covid nel nostro Paese" e "c'è una tendenza alla diminuzione della congestione delle strutture sanitarie. Il virus continua a circolare nonostante il periodo estivo, ma l'incidenza è più bassa rispetto a quella di alcune settimane fa; è bene però fare il solito richiamo alla prudenza soprattutto in presenza di grandi aggregazioni, e al senso di responsabilità individuale. E ricordiamo la forte raccomandazione alla vaccinazione per gli over60 e per i fragili". Così il direttore Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, sul monitoraggio settimanale.

Il tasso di incidenza, sottolinea Rezza, "si fissa intorno a 260 casi per 100mila abitanti. L'Rt è anche in diminuzione e siamo ormai a 0,77, quindi ben al di sotto della soglia epidemica dell'unità. Quanto al tasso di occupazione in area medica e terapia intensiva siamo rispettivamente all'11 e al 2,7%, quindi al di sotto di qualsiasi soglia critica e ancora c'è una tendenza alla diminuzione della congestione delle strutture sanitarie". "E' bene però - conclude - fare un richiamo alla prudenza, soprattutto in presenza di grandi aggregazioni, e al senso di responsabilità individuale".

IL MONITORAGGIO SETTIMANALE DELL'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA' E DEL MINISTERO DELLA SALUTE

Scendono ancora l'incidenza dei casi di Covid-19 e l'indice di trasmissibilità Rt in Italia: l'incidenza settimanale a livello nazionale è infatti pari a 260 ogni 100.000 abitanti (12/08/2022 -18/08/2022) contro 365 ogni 100.000 abitanti della settimana scorsa (05/08/2022 -11/08/2022). Nel periodo 27 luglio - 9 agosto 2022, l'Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato invece pari a 0,77 (range 0,74-0,80), in diminuzione rispetto alla settimana precedente, quando era pari a 0,81. Lo evidenzia il monitoraggio settimanale dell'Istituto superiore sanità e ministero della Salute sull'andamento dell'epidemia di Covid-19

Il tasso di occupazione in terapia intensiva è in calo al 2,7% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 18 agosto) vs 3,2% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 11 agosto). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende al 11,0% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 18 agosto) vs 13,0% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 11 agosto).

La percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti è stabile rispetto alla settimana precedente (14% vs 13%). Stabile la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (45% vs 44%), come anche la percentuale dei casi diagnosticati attraverso attività di screening (42% vs 43%).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA