VW: anteprima del primo suv elettrico, svelato l'ID.4

Dall'estate arriverà sulle strade la compatta ID.3

Redazione ANSA

Doveva essere Ginevra ma, annullato il salone, la casa di Wolfsburg sceglie il quartier generale tedesco per l'anteprima della versione di serie della nuova ID.3 - in produzione nello stabilimento di Zwickau con arrivo sulle strade a partire dall'estate - e del prototipo della ID.4, secondo modello della famiglia e primo suv a trazione puramente elettrica di casa Volkswagen.

Come la compatta ID.3, anche la ID.4 si basa sulla piattaforma modulare per veicoli elettrici MEB del Gruppo e vanta tutte le caratteristiche salienti della famiglia ID.: dimensioni compatte, abitacolo spazioso, carattere dinamico, comandi intuitivi e collegamento in rete completo: la parte anteriore è corta, il passo è lungo e l'interno è incredibilmente ampio. 

Sviluppata sulla falsariga del prototipo ID.Crozz, la ID.4 sarà lanciata nel corso dell'anno. Per quest'auto è disponibile un intero sistema modulare di componenti per la trazione, inizialmente a trazione posteriore, successivamente anche con una trazione elettrica integrale. La posizione di montaggio della batteria ad alta tensione sotto l'abitacolo rimane invariata, garantendo un baricentro basso della vettura e una distribuzione ben bilanciata del carico sugli assi. Di serie, la batteria può essere ricaricata con corrente alternata, corrente trifase (CA) e corrente continua (CC). A seconda del tipo di propulsione, l'autonomia arriva fino a 500 km.

La plancia della ID.4 è stata progettata in funzione della massima praticità e semplicità d'uso, in quanto la gestione dei comandi avviene quasi interamente tramite funzioni touch o tramite controllo vocale intelligente Natural Voice. Il primo suv 100% elettrico della Volkswagen offre una serie di tecnologie per la sicurezza di alto livello ed è sempre connesso.ID.4 arriverà dopo la ID.3 che si prepara a calcare le strade già a partire dall'estate. Il pre-booking della ID.3 1ST è iniziato nella primavera del 2019. Al momento ci sono già più di 37.000 Clienti che hanno aderito al pre-booking per l'edizione di lancio, limitata a 30.000 unità.

Al momento la gamma si compone di tre varianti: ID.3 Pure, ID.3 Pro e ID.3 Pro S. Si differenziano significativamente per livelli di potenza, capacità delle batterie, autonomia e capacità di carica. La ID.3 Pro S, modello di punta, è dotata di un allestimento più esclusivo.

La versione di accesso ID.3 Pure è dotata di una batteria con contenuto energetico netto pari a 45 kWh, che offre un'autonomia fino a 330 km (WLTP). Il motore elettrico montato sull'asse posteriore eroga 93 o 110 kW (126 o 150 CV) a seconda delle esigenze del cliente. La ID.3 Pro offre 58 kWh netti e un'autonomia possibile fino a 420 km (WLTP), la potenza è di 107 o 150 kW (146 o 204 CV). La ID.3 Pro S offre 77 kWh netti di energia, un'autonomia possibile fino a 550 km (WLTP) e 150 kW (204 CV) di potenza (prezzi di attacco a partire da 30mila euro). Insieme alla ID.3, la Volkswagen lancerà anche la sua offerta per la ricarica We Charge. Una singola carta offre l'accesso a circa 150.000 punti di ricarica pubblici in tutta Europa, Italia compresa.

L'offensiva elettrica della casa di Wolfsburg è partita come da programma. Nel 2019, la marca ha fatto passi fondamentali con l'anteprima mondiale della ID.3 completamente elettrica e con il relativo avvio della produzione nello stabilimento di Zwickau.

Nei prossimi anni la Volkswagen mira a conquistare la leadership sul mercato mondiale della mobilità elettrica e, a tal scopo, investirà 33 miliardi di euro a livello di gruppo fino al 2024, di cui 11 miliardi nel marchio Volkswagen. La marca Volkswagen prevede di produrre 1,5 milioni di auto elettriche entro il 2025. Lo stabilimento di Zwickau produrrà fino a 330.000 veicoli elettrici l'anno a partire dal 2021. Inoltre per l'inizio del 2024 la casa di Wolfsburg ha gettato le basi per lo sviluppo, la sperimentazione e la produzione di celle per batterie. All'inizio del 2021, a Salzgitter sarà costruito un sito produttivo di celle per batterie con una capacità pari a 16 Gigawatt/ora. L'avvio della produzione è previsto all'inizio del 2024. A tal scopo, la Volkswagen ha fondato una joint-venture con l'azienda svedese Northvolt.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie