Ducati Monster SP, la nuda è ancora più sportiva

Nuova versione pensata per esaltare doti corsaiole del modello

Redazione ANSA MILANO

Sempre più sportivo, il Monster di casa Ducati si fa SP. Nel secondo episodio della Ducati World Première web series 2023, Ducati ha infatti svelato il nuovo Monster SP, ovvero una versione pensata per esaltare il divertimento della naked di Borgo Panigale, grazie a una dotazione tecnica ideale per chi ama la guida sportiva.
   

Presentato nel 2021, il Monster rappresenta per Ducati l'essenza del suo DNA, nella forma più compatta e leggera possibile, con una ricetta a base di un motore sportivo ma concepito per l'uso stradale, abbinato a un telaio di derivazione Superbike. Il cuore del Monster è il motore Testastretta 11° , un bicilindrico 4 valvole raffreddato a liquido con distribuzione desmodromica da 111 cavalli. Il Front Frame è ispirato a quello della Panigale V4, con un telaio estremamente leggero e compatto, in alluminio, fissato direttamente alle teste del motore.
    Il concetto tanto semplice quanto efficace compie ora un ulteriore passo in avanti con l'arrivo del Monster SP. Questo modello è caratterizzato da una serie di componenti in grado di rendere la moto ancora più leggera, efficace e divertente nella guida sportiva, oltre che più aggressiva dal punto di vista estetico. L'indole sportiva del Monster SP arriva al primo sguardo, grazie alla livrea che riprende i colori delle Desmosedici GP 2022 del team ufficiale , all'anodizzazione dorata della forcella Öhlins NIX30 e alla presenza del silenziatore omologato Termignoni di serie. La sella è in colore rosso e si integra nella vista laterale con il codino, il logo Monster SP sul coperchio sella passeggero e il logo Ducati sul serbatoio, sono poi più grandi.
    In sella al Monster SP si può godere di una maggiore efficacia nella guida sportiva. Questa versione possiede infatti migliori prestazioni in frenata, trasferimenti di carico ridotti, incrementata capacità di chiudere le traiettorie e maggiore precisione in tutte le fasi di guida. Le sospensioni Öhlins completamente regolabili, con la forcella più leggera di 0,6 kg rispetto a quella adottata su Monster e Monster +, accrescono il feeling, oltre ad aumentare la luce a terra e di conseguenza l'angolo di piega. Il sistema di sospensioni conta anche su una taratura più sportiva, che migliora le qualità dinamiche del Monster SP nella guida sul misto stradale e apre alla possibilità di divertirsi anche fra i cordoli di un circuito.
    I Riding Mode Sport, Road e Wet consentono di stabilire il carattere del Monster secondo i gusti e le necessità del pilota.
    Tutto è gestibile attraverso i comandi al manubrio e il cruscotto TFT a colori da 4,3", caratterizzato da una grafica racing che riprende quella della Panigale V4, con un grande contagiri e una serie completa di informazioni sulla sinistra, fra cui quella della marcia inserita.
    Il Ducati Monster SP arriverà nelle concessionarie della rete Ducati a partire da gennaio 2023, anche in versione depotenziata per la guida con patente A2. In Italia, su tutte le Rosse di Borgo Panigale a 35 kW, per incentivare l'ingresso dei giovani appassionati al mondo delle due ruote, Ducati offre un'agevolazione di 1.000 euro sul prezzo di listino. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie