Fmi scrive a Vezzali, 'far ripartire mototurismo'

Redazione ANSA SCARPERIA (FIRENZE)

(ANSA) - SCARPERIA (FIRENZE), 17 APR - "Sono mesi che ci stiamo battendo per far capire che il mototurista non può arrecare danno a nessuno. Con il casco integrale, all'aperto e in solitudine non viola nessuna prescrizione sanitaria e credo che il segnale dato ieri in conferenza stampa dal presidente Mario Draghi con le nuove disposizioni, sia positivo". Lo afferma il presidente della Federazione motociclistica italiana, Giovanni Copioli, che ha inviato una lettera al Sottosegretario allo sport Valentina Vezzali per sensibilizzare le autorità sulla ripresa appunto del mototurismo.
    "Questa disciplina - spiega - è un'attività riconosciuta dal Coni e dalla Federazione internazionale (Fim) che a noi sta cara, così come a tutti i nostri motociclisti e per questo abbiamo voluto sensibilizzare anche il Sottosegretario Vezzali.
    Cerchiamo in questo modo di provare a far ripartire il mototurismo e i nostri eventi per dare un ulteriore segnale di ripresa". Inoltre, conclude, "per il fatto che si svolge all'aperto e in forma individuale, credo che ci possa essere data l'attenzione che meritiamo". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie