Tempo Libero

Abracadabra, il fascino della magia in sei talenti da conoscere

Illusioni, incantesimi e abilità per meravigliarsi con innocenza

Alain Simonov, campione russo di manipolazione tra gli ospiti di Abracadrabra, la Notte dei Miracoli al teatro Ghione di Roma (dal 26 dicembre al 9 gennaio) © Ansa
  • Redazione ANSA
  • 28 dicembre 2021
  • 11:25

Se potessimo vedere il mondo attraverso gli occhi dei bambini, sarebbe magia ovunque. In realtà ognuno di noi è in grado di attuarne una: dai piccoli gesti solidali alle attenzioni speciali verso i propri affetti o verso il prossimo. Per sognare in grande stile c’è però bisogno di un pizzico di innocenza, quella che appunto sfugge agli adulti troppo presi dalla vita frenetica e dalle varie problematiche in attesa dietro l’angolo. Forse per questo gli spettacoli di magia a teatro piacciono sempre, sono un classico che ci aiuta a meravigliarci con innocenza.
Durante le feste sono presenti in tanti teatri italiani. A Roma “Abracadabra, la Notte dei Miracoli”. (al Teatro Ghione, dal 26 Dicembre 2021 al 9 Gennaio 2022) è uno show internazionale con un cast composto da 7 campioni internazionali di Magia. Uno spettacolo, rigorosamente attento alle misure di sicurezza previste dalle normative, pronto a dispensare stupore e meraviglia per far scoprire a grandi e piccini quanto possano accendersi di entusiasmo e meraviglia di fronte a prodigi spettacolari.
Illusioni e incantesimi affascinano da sempre. Non è un caso se la celebre saga dedicata al maghetto Harry Potter, ad oltre 20 anni dal primo film, continua ad appassionare intere generazioni. Ispirati da questo amatissimo personaggio, divenuto un fenomeno mondiale, creato dalla penna di J. K. Rowling, molti hanno deciso di seguire le sue orme ed armarsi di bacchetta. Ancora oggi ragazzini di tutte le età nutrono il desiderio di apprendere il segreto delle arti magiche. Tutto è possibile!
In Italia per esempio da più di 50 anni esiste il Club Magico Italiano, una sorta di accademia, con sede a Bologna, vero e proprio punto di incontro per professionisti, estimatori e cultori del mistero. In ogni regione è possibile iscriversi alla scuola di magia e frequentare le lezioni per diventare un novello apprendista. La scuola di Torino è tra le più quotate. E da lì è partito anche Luca Bono, l’illusionista classe 1992, considerato tra i talenti magici della sua generazione. Si è formato al Circolo Amici della Magia di Torino e dopo i premi internazionali, ha avviato una lunga collaborazione con Arturo Brachetti suo direttore artistico. Nel mese di dicembre è ripartito da Torino il tour del suo one man show “L’Illusionista” diretto da Brachetti con cui da diversi anni visita i principali teatri italiani (nel capoluogo torinese dal 26 dicembre all'8 gennaio). 


La parolina magica è “Abracadabra” : Sul palco del Ghione per la prima volta in assoluto in Italia, Alain Simonov, campione russo di manipolazione che combina arti visuali e magia creando atmosfere oniriche. Dall’Argentina il campione del mondo Mario Lopez, capace di rendere magico qualsiasi oggetto gli capiti fra le mani, dalla Francia, Gerald le Guilloux, uno dei più abili illusionisti al mondo per le sue fantastiche apparizioni di colombe, nonché campione di magia di Francia. Con il suo stile brillante e leggero, in grado di rendere ancor più incredibile la sua straordinaria abilità, il campione italiano di magia Lupis. Tra le illusioniste più famose al mondo, Alana, dalla Germania, che porterà sul palco fascino, eleganza, energia e abilità manipolatoria. Chi non ha mai sognato di avere più mani? Un viaggio nel tempo agli inizi del ‘900 quello con Vittorio Marino, campione Europeo di magia comica, pronto a ricreare atmosfere poetiche e divertenti con una comicità degna di Chaplin e Buster Keaton. Non potevano mancare poi I Disguido, vincitori del Mandrake d’Or, l’Oscar della Magia, un duo di artisti originali ed eccentrici che combinano l'arte magica a quella teatrale e cinematografica, esibendosi in tutto il mondo con il loro mix esplosivo e travolgente. Saranno proprio i Disguido, al secolo Isabella R. Zanivan e Guido Marini, fondatori con Valter Leonardi della Corte dei Miracoli di Livorno e Gigi Speciale, di questo format dedicato alle arti magiche, a condurre gli spettatori in un mondo fantastico fatto anche di solidarietà e di quella magia che ognuno possiede nel donare al prossimo un sorriso, un gesto, un piccolo aiuto. Ecco, quindi, che “Abracadabra la Notte dei Miracoli” anche per questa nuova edizione abbraccia una mission solidale. Parte del ricavato sarà devoluto, infatti, a due importanti associazioni: Uniphelan, che si occupa di dare sostegno alle famiglie e ai bambini colpiti dalla sindrome di Phelan Mc Dermid, e Antas Onlus, che con oltre 200 volontari da 14 anni opera nei maggiori ospedali capitolini sostenendo e aiutando chi soffre attraverso la ClownTerapia. Una vera magia nella magia!

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie