Teen

Compleanni e fine scuola, via alle feste (magari con torta finta)

Monoporzioni, location all'aperto, regole e prudenza

Torta finta (Pinterest) © Ansa
  • di Agnese Ferrara
  • 28 maggio 2021
  • 21:01

Il compleanno, la fine della scuola, la maturità e la licenza media: periodo di feste e festicciole, persino recuperi di anniversari passati a brindare a distanza per il lockdown. Tempo di party, ma come farli visto che la prudenza per l'emergenza sanitaria non è mai troppa, anche al di là di precise regole ministeriali e dei colori delle regioni?
Come festeggiano gli studenti
Per la fine dell’anno scolastico non sono consentiti festeggiamenti nelle classi per ovvie ragioni di sicurezza perché il Covid non è scomparso, anche se alcuni presidi concederanno ‘qualcosa’ da fare in giardino ma solo per i più piccini, genitori esclusi. La voglia di divertimento dei ragazzi però sale e, in aria di ‘arrivederci scuola’, si moltiplicano anche le nuove idee per riunirsi ancora, magari in piccoli gruppi fra compagni più affiatati.
Sono soprattutto i teenagers prossimi alla maturità a ideare azioni spontanee per riuscire a vivere più pienamente i momenti di passaggio della loro vita. Come al liceo Righi di Roma dove venerdì 28 maggio gli studenti si sono presentati in lungo, elegantissimi. Tacchi alti per le ragazze, giacche per i ragazzi “per fare qualcosa di unico per il nostro quinto anno”, spiega Sara. Nel frattempo sale l’ottimismo e in molti prossimi alla maturità hanno organizzato di riunirsi di nuovo appena terminati gli esami. “Probabilmente non potremo fare brindisi, gavettoni o cene tutti insieme ma, con una decina di compagni con cui siamo più affiatati abbiamo prenotato un casolare vicino al mare, in Puglia, dove potremo festeggiare la fine di ultimo anno di scuola passato grosso modo in dad. Non vedo l'ora di stare di nuovo insieme a loro, all'aperto" afferma Isabella, del liceo Virgilio di Roma.
 

Festeggiare all’aperto piace di più
Per festeggiare la fine dall’anno scolastico o i compleanni dei più piccoli alle porte famiglie, blogger, influencer ed organizzatori di eventi sfornano nuove idee originali e divertenti, che prima del Covid non esistevano. “Si assiste ad un boom di richieste di prenotazioni per il mese di giugno di spettacoli, merende, cene nelle pizzerie all’aperto (e dal 15 giugno al chiuso se in regola con i decreti vigenti), pic nic e giochi all’aperto (come giardini, parchi, terrazze e dehors) per piccoli gruppi di bambini.
Figlie del Covid e della prima bella stagione che passeremo all’aperto e non più chiusi in casa, le escape room si svolgono all’aperto. “Quelle al chiuso che andavano per la maggiore gli anni passati sono ora ben organizzate a misura di covid con gruppi più limitati di massimo sei ragazzi e un moderatore che vigila sull’uso delle mascherine e degli igienizzanti, - precisa Flavio Iacobini, di Magic Escape Room. La voglia di divertirsi all’aperto ha invece fatto nascere nuove modalità di ‘escape room’ che permettono di andare a caccia di indizi in giro per paesi e città usando tablet personali dotati di App che sbloccano gli enigmi risolti e mostrano i successivi ai singoli partecipanti. Ai nuovi ‘giochi di fuga’ tanto amati dai ragazzi si affiancano, per i più piccini, le cacce al tesoro che, se bene organizzate, hanno sempre un grande seguito. Idee, storie e indizi si trovano online per che vuole organizzarle da sé ma non mancano le agenzie che le organizzano.
“Famiglie e ragazzi hanno una grande voglia di riprendere a festeggiare e dopo tanto tempo passati al chiuso, preferiscono stare soprattutto all’aperto. Assistiamo ad un boom delle richieste di prenotazione di spettacoli di prestigio e laboratori di creatività per i bambini che adesso sono consentiti. Ne organizziamo in media una decina a settimana, ideati per piccoli gruppi ma diciamo anche molti no alle molte richieste di organizzare party e feste tradizionali , - spiega Luigi Speciale, fondatore di Saltimbanco Animazione a Roma. “I nostri spettacoli sono adatti ad essere svolti all’aperto, nel proprio giardino, sulle terrazze o nei parchi pubblici, seguendo i protocolli di sicurezza anti covid messi a punto in agenzia per le attività di animazione”.
Come si garantiscono distanziamento e igiene in queste occasioni? “Il distanziamento fra bambini si può creare in modo divertente, ad esempio, posizionando degli hula hoop sui prati per segnare i posti oppure stendendo teli o plaid di colori differenti. Per la merenda si possono preparare delle scatoline o cestini con cibo monoporzione e personale, perché i buffet non sono consentiti né tantomeno i vassoi di pizzette e patatine. Ai bambini questa soluzione piace moltissimo” suggerisce Speciale.
Box merende
Cosa mettere nei box per le merende? Le idee si moltiplicano online dove si costruiscono o si vendono una infinità di scatole di cartoncino, sacchetti di carta e cestini per pic-nic da riempire con una merenda dolce o salata ed una bevanda. “I dolci, singoli, possono essere consegnati in altri box oppure posizionati in più punti del giardino magari accanto alle torte finte con stelline scintillanti, - suggerisce Speciale.
Non mancano le agenzie di catering e i ristoranti che offrono pacchetti di pic-nic di compleanno per bambini e ragazzi. Perfino le grandi catene di supermarket propongono box pronti con cibo giapponese preparato al momento, perché bambini e ragazzi adorano il sushi. Senza dimenticare alcune regole obbligatorie per tutti come uso della mascherina, igienizzazione frequente delle mani e delle superfici.
Torta finta o dolcetti monoporzione
Per essere fedeli alla prevenzione dei contagi la novità per i compleanni dell’ultimo anno è la torta finta, che evitano assembramenti e condivisione di cibo. Senza torta finale non sarebbe festa e perciò si assiste ad un vero e proprio boom di torte non commestibili. I video tutorial per farle in casa si sprecano su Youtube e su Pinterest sono ora fra le bacheche più consultate. Si creano con polistirolo, gomma crepa (detta anche gomma Eva, si tratta di un materiale fatto di resine sintetiche) e cartoncino, sono super scenografiche e a misura di ogni età. La classica torta si può anche sostituire con bignè o dolci monoporzione ma i bambini più piccoli storcono il naso senza il simbolo classico della loro festa.
Candeline finte
Seguono le candeline ‘alternative’ senza soffio (che spargerebbe saliva carica di microorganismi). Si va dalle stelline scintillanti ai mini cannoncini di artificio, fino ai decori di altro genere come l’applicazione di numeri gonfiabili corrispondenti all’età da festeggiare o al nome del festeggiato/a, a mini disegni e lettere in glassa di zucchero. I decori si possono applicare ad ogni singolo dolcetto sostitutivo della torta, amplificando l’effetto.

 

  • di Agnese Ferrara
  • 28 maggio 2021
  • 21:01

Condividi la notizia

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie