Moda

Balenciaga: Demna si scusa, sbagliate le foto fetish con bambini

Stilista fa mea culpa per pubblicità scandalo, Kanye lo difende

 © ANSA
  • di Alessandra Baldini
  • NEW YORK
  • 02 dicembre 2022
  • 22:46

 Alla fine Demna Gvasalia si è scusato: "E' stata una scelta artistica sbagliata", ha detto il direttore creativo di Balenciaga, nella bufera per una serie di campagne pubblicitarie dal sapore bondage-sadomaso che tante critiche si sono tirate addosso per aver sfruttato sessualmente l'immagine di bambini. "Non è stato appropriato avere bambini in foto che promuovevano oggetti che non hanno nulla a che fare con loro", ha detto lo stilista georgiano che nel 2015 ha preso le redini della maison rilanciandone la popolarità a colpi di provocazioni e moda di strada.



    Le immagini dello scandalo, in cui bambini tenevano in mano orsacchiotti con imbracature fetish come in alcune borse disegnate da Balenciaga, sono state ritirate dalla circolazione.
    Demna ha aggiunto che lavorerà con organizzazioni che proteggono i minori "per aiutare sulla terribile questione" dello sfruttamento sessuale dei bambini.
    A complicare la situazione, si era intromesso a gamba tesa Kanye West: pur essendo stato scaricato in ottobre dalla casa di moda per le sue esternazioni antisemite, il rapper e stilista ex marito di Kim Kardashian aveva difeso su Twitter lo stilista con cui in passato è stato protagonista di numerose collaborazioni, l'ultima alla Fashion Week di Parigi. "Sto dalla parte di Balenciaga e denuncio ogni caccia alle streghe. Il traffico dei bambini non comincia né finisce con una campagna di moda", ha proclamato Ye, postando poi una sua foto in tenuta d'assalto accompagnata da un altro messaggio: "Mai voltare le nostre spalle a Demna e la famiglia di Balenciaga per la vita. Cancellate la 'cancel culture'".
    Le esternazioni del rapper, che in un terzo messaggio ha ammesso che la dipendenza dalla pornografia gli ha "rovinato la famiglia", sono state poi interrotte quando, dopo aver postato un tweet con una svastica dentro una stella di Davide, il neo-proprietario del sito di microblogging Elon Musk, gli ha sospeso il profilo. Kanye era l'unica voce finora scesa apertamente in campo in difesa di Balenciaga. Nei giorni scorsi si era schierata contro l'ex moglie Kim Kardashian, una delle muse di Demna, annunciando che avrebbe "rivisitato la sua relazione con il brand". L'influencer è poi passata dalle parole ai fatti, rifiutandosi di partecipare, secondo Tmz, a una nuova campagna promozionale e rispedendo al mittente alcuni capi Balenciaga che avrebbe dovuto indossare a prossimi eventi.
    Intanto su TikTok alcuni clienti hanno postato video in cui distruggono abiti, borse e scarpe di Balenciaga per protesta. E' rimasta invece in silenzio Nicole Kidman. Neanche una settimana fa l'attrice di 'Eyes Wide Shut' ha pubblicato su Instagram una sua foto con addosso un trench di pelle nera della collezione Balenciaga primavera 2023 e il pressing dei fan che hanno riempito di commenti negativi il suo profilo social non l'ha ancora indotta a prendere le distanze. Silenzio anche da parte di Salma Hayek e del marito François-Henri Pinault: lui è il Ceo di Kering, la 'parent company' a cui fa capo la casa di moda.

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie