Moda

Milano Uomo al via, non solo Armani rinuncia, da 23 sfilate a 16 - Il calendario

Capasa, la Fashion Week si svolgerà in presenza e al massimo della sicurezza

Milano Moda Uomo: Ermenegildo Zegna - foto di archivio © ANSA
  • Redazione ANSA
  • MILANO
  • 17 gennaio 2022
  • 12:39

In nemmeno un mese, tra una disdetta e l'altra, a partire da quella di Giorgio Armani, le sfilate fisiche sono passate dalle 23 annunciate lo scorso 13 dicembre alle 16 rimaste in calendario attualmente, alla vigilia della Milano Fashion Week Men's Collection, che dal 14 al 18 gennaio ospiterà 22 presentazioni; 18 contenuti digitali e 7 eventi per un totale di 53 brand per 60 appuntamenti. "Rispetto al calendario provvisorio presentato in conferenza stampa il 13 dicembre, - spiega Carlo Capasa, presidente della camera nazionale della moda italiana - alcuni brand hanno cambiato la modalità di presentazione delle loro collezioni, trasformando le loro sfilate in contenuti digitali e/o presentazioni su appuntamento".
In calendario tra gli altri con sfilate in presenza Zegna e Dsquared2 il 14 gennaio, Fendi e Dolce e Gabbana il 15, Etro e Prada il 16.
Su www.milanofashionweek.cameramoda.it, la piattaforma digitale della Camera, si potrà seguire anche l'ottava edizione del Fashion Film Festival, di cui è partner Xiaomi, mentre la prima visione del film "Elio Fiorucci - Free Spirit", prevista per lunedì 17 gennaio, è stata rimandata alla Milano Fashion Week Women's Collection di febbraio. Sul fronte della sicurezza, ricordando che in base al decreto 221 del 24 dicembre 2021 sono permesse sia le sfilate sia le attività (presentazioni ed eventi), la Camera spiega di aver inviato a tutti i brand partecipanti il documento con le "Indicazioni operative per la redazione di protocolli per la tutela della Salute e Prevenzione del Rischio da contagio Covid-19 nella realizzazione di Sfilate di Moda". "Le Fashion Week di Milano in questi anni di pandemia - sottolinea Capasa - sono state riconosciute dagli addetti ai lavori, a livello internazionale, tra le più sicure e tutelanti, anche grazie al costante lavoro portato avanti con le Istituzioni, come ATS- Agenzia della Tutela della Salute della città Metropolitana di Milano ed il Comune di Milano e confermiamo quindi una Fashion Week che si svolgerà nel rispetto delle normative e restrizioni vigenti per garantire anche alle attività in presenza il massimo della sicurezza".
   

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie