Moda

Della Valle, è un momento di cambiamento straordinario

Film a Villa Necchi per collezione Tod's di Walter Chiapponi

 © ANSA
  • di Gioia Giudici
  • MILANO
  • 25 settembre 2020
  • 19:43

MILANO - "Questo è un momento di cambiamento straordinario, un'occasione che capita ogni tot anni, è come se fosse un chinese wall tra quello che c'era ieri e che ci sarà domani. O stai di qui o di là, non non ci sarà più posto per stare in mezzo" prevede Diego Della Valle, a Milano per la presentazione - virtuale - della nuova collezione Tod's. Proprio partendo dal nuovo formato di presentazione pensato per questa fashion week, Della Valle si dice convinto che oggi "bisogna pensare a quello che si vuole essere e tenere conto di come cambiano i consumatori. C'è un cambiamento mondiale epocale e io, che non sono uomo di tecnologia, trovo molto interessante ciò che si può fare con i nuovi modi di comunicare mescolati a quelli tradizionali". E questo "sarà un grande aiuto per le aziende piccole e gli stilisti giovani, sarà un modo di farsi vedere a basso costo perché ciò che conta è la capacità delle persone di creare e comunicare, non sono necessari grandi budget".

"Guardiamo bene questi giorni - è il suo invito agli addetti del settore - ci saranno un sacco cose da imparare: secondo me ormai ci sarà una settimana della moda continuativa tutto l'anno, è finito il produrre prodotti per un periodo specifico, ci saranno eventi per raccogliere la comunità e creare attenzione, per dare clamore, ma le aziende hanno un'agenda mensile, ogni mese mandano un prodotto in negozio, lo sponsorizzano e lo raccontano". Per quanto riguarda la sua azienda, Della Valle pensa che questa sia "una grande occasione": "Avevamo bisogno - spiega - di spostare l'asse dalla comunicazione tradizionale a quella di nuova generazione, e questo ci porta risultati ottimi e clienti nuovi, più giovani, soprattutto in Asia". In questo, il direttore creativo Walter Chiapponi "ha capito che l'azienda aveva bisogno di saltare nella modernità".

E lo ha fatto, per questa fashion week, con un piccolo film girato a villa Necchi, accompagnato dalla performance della cantante Okay Kaya, dove "sono gli abiti - racconta il creativo - a trasmettere emozioni". "Volevo che fosse tutto 'raw', lavato, non troppo definito, in modo da far emergere la sincerità e raccontare i diversi caratteri, cercando un bilanciamento - spiega - tra ciò che è Tod's e uno sguardo al futuro". Per dare materialità alla sua proposta, Chiapponi si è trasferito in fabbrica per due mesi, lavorando a stretto contatto con gli artigiani: sono nate così le mules con tacco in resina, gli zoccoli con inserto in gomma, le sneaker da ballerina di maglia, le borse bozzolo, le ballerine con i lacci e la platform di sughero, i sandali da frate con il gommino sulla suola. E poi gli abiti indossati da Maria Carla Boscono, Karen Elson e Irina Shayk: bluse stile anni '50 in cotone da lavoro e gonne pencil, sahariane fluide, giacche da camera che diventano piumini estivi, robemanteau in crosta stretti in vita da fusciacche in pelle, sottovesti in pelle bianca, tutto all'insegna di una femminilità nonchalante. Per lui, con lo stesso spirito, giacchini in pelle o canvas con il logo gigante sul taschino, doppiopetto morbidi e pull ruggine.

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie