Design & Giardino

Coworking in location storiche, dalla Fabbrica delle Affrancatrici a Milano a Palazzo Lauro a Genova

Spazi prestigiosi di ambientazione storica recuperati per il trend coworking, il progetto Cofoundry

Coworking ISOLA (MI) Cofoundry © ANSA
  • Redazione ANSA
  • 25 febbraio 2021
  • 23:39

Lavorare in un ufficio temporaneo e in strutture storiche, in luoghi che non si limitano ad offrire un semplice spazio fisico, ma rappresentano soprattutto una piattaforma di valore e di relazione, utile più che mai in questo periodo storico, per avvicinare persone, business diversi, dove ispirarsi ogni giorno e crescere, all’interno di un vero e proprio polo di sviluppo. A Milano 4 anni fa sono nati spazi coworking di ambientazione storica, Cofoundry, su iniziativa di Erica Turchetti, una giovane imprenditrice, classe 1984. Queste location sono ricavate all’interno di sedi storiche e di prestigio, scelta dettata per far vivere il business in ambienti di rappresentanza, potendo però avere a disposizione servizi moderni, un interior design innovativo, sinergie con le altre aziende ospiti e tutti i benefit tipici del mondo coworking. Tutte le sedi sono particolari, con caratteristiche diverse tra loro. Nella sede di Milano, nel cuore del quartiere Isola, ci troviamo all’interno della Fonderia Napoleonica, antica fonderia di bronzo tra le più rinomate del XIX secolo, specializzata in produzione di campane e fusioni artistiche, che oggi ha un museo dedicato. All’interno di questa cornice suggestiva, sono stati ristrutturati quattro edifici con ingressi indipendenti uniti da un’unica reception. Qui hanno creato anche delle aree all’esterno per la condivisione e il networking con tavoli di design e piante verdi per stimolare la creatività e migliorare il modo di lavorare. Sempre a Milano, nella sede di Precotto aperta da febbraio e che ha già diverse realtà innovative, ci troviamo all’interno della Fabbrica delle Affrancatrici: un’importante realtà storica di Via Rucellai in cui le affrancatrici si occupavano della gestione della corrispondenza. Qui hanno riorganizzato lo spazio, che inizialmente era un ambiente unico, con uffici ben definiti e individuali, un’area break, prevedendo un giardino verde per il lavoro open air. Dopo Milano il progetto di Erica Turchetti ha avuto una espansione: a Genova, attiva da settembre 2020 come nuovo punto di riferimento per il settore della nautica, siamo all’interno di un palazzo del XVI secolo che rientra nel sistema dei Rolli, Palazzo Lauro. Quella che fu la prestigiosa sede della flotta di navi da crociera e mercantili dell’armatore Achille Lauro, oggi ha tre piani di uffici privati, desk dedicati, sale riunioni, e una splendida terrazza con vista sul porto, accessibile a tutti i coworker.  Prossimamente apriranno anche a Venezia.
Della community di Cofoundry fanno parte freelance, start-up, PMI e grandi aziende, l’obiettivo è ricreare un’atmosfera di quotidianità il più possibile vicina alle singole esigenze. A ciò si aggiunge un totale processo di riorganizzazione dei parametri di sicurezza messo in pratica in fase post-Covid, nonché l’assenza di soluzioni open space che permette di garantire una maggiore sicurezza e distanziamento tra i coworker.

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie