Beauty & Fitness

Capelli autunno - inverno, il grande ritorno di bob e frangia

French cool per le colorazioni ma al primo posto c'è la luminosità, il glossy

Colorazioni e taglio di Monica Marchetti: bob corto e colorazioni fredde per l'attrice Martina Pinto © ANSA
  • di Alessandra Magliaro
  • 15 ottobre 2020
  • 09:51

(di Alessandra Magliaro) Bob in tutte le misure, colori freddi chiari o scuri, chiome lucide per tutti e un grande ritorno della frangia o in alternativa del ciuffo frangia. La ripartenza autunnale coincide sempre anche con una sistemazione dei capelli dopo l'estate, il mare che forse li ha sciupati e comunque con la voglia di rinnovarsi e anche se le tendenze sono relative, queste appena riassunte sono quelle che vanno per la maggiore, nonostante poi ogni acconciatura vada personalizzata alla forma del viso, alle abitudini (mi lego spesso i capelli o mai? Anche questo conta molto nella scelta), allo stato del capello e ai colori. L'armocromia è sovrana e fa sì che guardandoci allo specchio sentiamo di stare bene anche come immagine complessiva". Ecco tutte le tendenze capelli per l'autunno - inverno 2020/ 2021
HAIR CARE: "Dopo l'estate innanzitutto si lavora sulla salute del capello: tagliare quello che si è rovinato, ingiallito, detonalizzato, virato in altri colori. Negli anni scorsi si lavorava sul colore naturale oggi aggiungiamo una ricarica di luminosità con prodotti glossy a ph acido che chiudono le cuticole e intensificano il riflesso naturale", spiega l'hair stylist romano Umberto Montini del team L'Oreal Professionel. Si tratta di veri e propri trattamenti cosmetici, dei toner luminosi che lasciano un film protettivo sul capello grazie a tecnologie avanzate sempre più performanti. L’autunno è il momento giusto per trattamenti che vanno a rinforzare e ricostruire i capelli provati dai mesi estivi. Quindi tutto ciò che agisca sulla struttura della fibra, sulla densità che dona volume e sulla nutrizione intensa. "Anche le donne più giovani cominciano a sentire l’esigenza di prevenire gli effetti tipici dell’invecchiamento di capelli e cuoio capelluto,  oggi il primo acquisto di un prodotto anti age si fa intorno ai 25 anni, contro i 47 della generazione precedente (fonte: Survey Dermstore)", spiega la pr manager del gruppo Daniela Di Iorio evidenziando come si stiano lanciando sul mercato prodotti a base di acido ialuronico, vitamina E e ed estratto di abyssine non più legati all'età ma al risultato rigenerante.
COLORI:  "il 'french cool', l'orientamento sui freddi (sempre da personalizzare sartorialmente) che siano biondi (latte, champagne) o marroni (buccia di castagna, marron glacè, creme caramel particolarmente interessanti per i tanti riflessi) sono di tenedenza", dice ad ANSA LIFESTYLE Monica Marchetti, global fashion ambassador del brand a proposito delle colorazioni. Di grande effetto e moda anche il rame. A livello tecnico i balayage ossia le schiariture sfumate sono sempre più materia di tecnica per effetti naturali mai compatti e mai troppo definiti, gradazioni ad alta luminosità che si accendono con i riflessi della luce. "il balayage più bello è quello a caduta naturale - osserva la Marchetti - non ha effetti netti ma ciocche che sembrano incrociarsi a caso anche se dietro ci sono tecniche come i baby light".
ACCONCIATURA: "Un capello sano e luminoso è già un ottimo risultato", prosegue Montini, "poi basta una bella acconciatura, delle ondulazioni morbide, setose, non troppo costruite e non effetto matt, oppure anche liscio ma allora perfettamente a-plomb, da realizzarsi in salone e a casa con l'aiuto della piastra a vapore, una tecnologia che evita lo shock termico e rende la piega un vero trattamento, con effetto cosmetico, con un’azione anti crespo e anti umidità più duratura".
TAGLI: Il bob (si chiamava carrè una volta, è il taglio a caschetto per capirci), sfoggiato a Venezia da Anna Foglietta in versione corto e da Cate Blanchett in versione leggermente più lunga, è un classico da decenni: versatile, pratico, sta bene praticamente a tutte, è trasversale ad ogni età e viene aggiornato ogni stagione. "Oggi il bob è destrutturato, non scolpito, restano le diagonali sul davanti ma meno nette di prima, appena accennate e poi viene scavato dentro e completato con la frangia che è richiestissima da tante ragazze, corta corta o più lunga alle sopracciglia, o in alternativa del ciuffo frangia che arriva allo zigomo", dice Monica Marchetti tenendo a sottolineare che questa è la macrotendenza poi c'è sempre la personalizzazione sulla cliente. 
CAMBIANO LE ABITUDINI DAL PARRUCCHIERE: Dopo la prima fase di riapertura dei saloni di bellezza, euforica per negozianti e clienti dopo i mesi di chiusura, si è passati ad una nuova normalità, fatta di sicurezza di legge per la prevenzione dal covid ma anche di cambiamenti di abitudini: "poche le clienti per la sola piega, come accadeva invece prima, tante quelle che chiedono lavori impegnativi di colorazione, tagli. Il parrucchiere è diventato un'esperienza: si va per uscire rinnovati, non più per routine", conclude.

  • di Alessandra Magliaro
  • 15 ottobre 2020
  • 09:51

Condividi la notizia

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie