Arci Trentino A.Adige, campi legalità per giovani in Sicilia

Esperienza a Corleone nei beni confiscati alla mafia

Redazione ANSA TRENTO

(ANSA) - TRENTO, 25 MAG - A trent'anni dalla strage di via D'Amelio, continua l'esperienza dei campi della legalità a Corleone. I giovani trentini e altoatesini tra i 16 e i 25 anni possono iscriversi entro il 12 giugno all'iniziativa "Estate in campo 2022", per conoscere le cause e le evoluzioni del fenomeno mafioso e vivere un'esperienza di volontariato nei beni confiscati alla mafia in Sicilia. L'iniziativa - si apprende - è promossa a livello regionale da Arci del Trentino, Arciragazzi Bolzano e cooperativa Altrimondi, con il sostegno delle Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Trento e di Bolzano.
    Prima della partenza i giovani parteciperanno a un percorso di formazione per conoscere la storia della mafia e dell'antimafia siciliana, attraverso laboratori. Il viaggio a Corleone si terrà dal 13 al 22 luglio. Il gruppo sarà a Palermo il 19 luglio, partecipando alla cerimonia in memoria dei trent'anni della strage di via D'Amelio (19 luglio 1992), dove persero la vita il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti di scorta, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.
    "L'obiettivo principale è diffondere una cultura fondata sulla legalità democratica e sulla giustizia sociale, che possa efficacemente contrapporsi alla cultura della violenza, del privilegio e del ricatto", ha spiegato il presidente Arci del Trentino, Andrea La Malfa. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA