Maturità: vescovo Ragusa a studenti, libri ci rendono liberi

Due messe con i maturandi saranno celebrate domani

Redazione ANSA PALERMO

(ANSA) - PALERMO, 20 GIU - "Il mio auspicio è quello che, uscendo dalle scuole superiori, voi giovani possiate sforzarvi, in ogni ambito in cui deciderete di impegnarvi, a partecipare attivamente alla vita pubblica, a dare il vostro contributo per rendere la nostra società più bella e giusta, a portare novità e idee che profumino del vostro entusiasmo". Così il vescovo di Ragusa, monsignor Giuseppe La Placa, in un messaggio di auguri a tutti gli studenti che si accingono ad affrontare gli esami di Stato. Due messe con i maturandi saranno celebrate domani alle 19 nella chiesa del Sacro Cuore di Ragusa e alle 20 nella basilica di San Giovanni Battista a Vittoria. A officiarle don Paolo La Terra e don Giuseppe Di Corrado.
    "Sono stati anni difficili - dice il vescovo - praticamente avete vissuto il triennio tra chiusure e dad a intermittenza, penalizzati gravemente nelle relazioni e nella didattica.
    Tuttavia in quest'ultimo anno si è riusciti a condurre l'attività scolastica nel migliore dei modi possibili, nonostante il permanere della pandemia e, sicuramente, i vostri insegnanti vi hanno preparato al meglio a questo importante appuntamento, per il quale dovete essere puntuali e preparati, secondo le vostre possibilità. Lo studio, in fondo, non è soltanto acquisizione di nozioni ma assimilazione della capacità critica di pensare. Per questo va sempre coltivato, al di là del vostro imminente traguardo. Sono proprio i libri che ci rendono liberi". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA