ANSAcom

ANSAcom

Coordinatore Alternativa Popolare, mia storia è la mia testimone

Stefano Bandecchi, Fondatore Unicusano, ha accettato nomina

ROMA ANSAcom

"In questa nuova sfida metterò a disposizione del partito e dei cittadini italiani le mie competenze e la mia esperienza. Nel 2006 ho fondato l'Università Niccolò Cusano, nata per proporre un modello assolutamente innovativo in Italia, fondato sul connubio tra tradizione e innovazione. L'Unicusano è, infatti, qualcosa di più di una semplice università: abbiamo creato una realtà innovativa e dinamica, all'avanguardia in Italia e in Europa per investimenti sulla "Industria della Ricerca Scientifica". Così Stefano Bandecchi, Fondatore Unicusano e nuovo coordinatore Nazionale di Alternativa Popolare. Il modello Unicusano. "Abbiamo creato spin off e aziende complementari: due radio, una Tv, una Fondazione, un quotidiano e una casa editrice. Abbiamo dimostrato che, con determinazione e impegno, gli obiettivi si possono raggiungere. Ed è questa determinazione che mi ha sempre caratterizzato e che voglio mettere al centro della mia attività politica.

Una politica lontana dai proclami, ma basata su concretezza e serietà.", spiega. Sul futuro del Paese. "Nei prossimi decenni, il nostro Paese si troverà ad affrontare le sfide causate dai preoccupanti trend demografici, che vedono un costante calo delle nascite e un sempre più marcato invecchiamento della popolazione. Correggere questo trend è una priorità fondamentale per l'Italia. Cambiare rotta è possibile, urgente e necessario, perché senza nascite non esiste futuro. Per far questo, dobbiamo inaugurare una nuova stagione economica, basata sulle persone e sulle famiglie. Servono nuove infrastrutture, nuove politiche attive del lavoro, nuove forme di tutela che incoraggino il lavoro femminile.

Voglio ripeterlo: un Paese in cui non si fanno figli è un Paese in cui non si cresce. Nel mio Ateneo - continua il Presidente del CdA di Unicusano - possiamo vantare una percentuale altissima di donne madri e lavoratrici. Non è un caso: è il frutto di precise scelte su cui ho deciso di investire. L'ho fatto perché credo che dove vi siano lavoro, stabilità e tutele si creino le condizioni per la diffusione del benessere, un benessere che consente alle persone di sposarsi, di avere figli, di immaginare con serenità il futuro.

Ed è questo modello che voglio esportare: un paradigma concreto, basato su un'esperienza - quella dell'Unicusano - che ha dimostrato di funzionare." La Ricerca Scientifica. "Le sfide poste dalla digitalizzazione e dai cambiamenti climatici ci impongono un nuovo slancio nella ricerca scientifica. Una ricerca che come sappiamo è trascurata in Italia, perennemente ostaggio di scarsi e irregolari finanziamenti. Io credo, invece, che la ricerca sia il cuore pulsante della società, in modo particolare nel campo ingegneristico e medico-scientifico. Per questo ho voluto - e ottenuto - che l'Unicusano diventasse un polo di ricerca innovativo e all'avanguardia in Italia, in grado di attirare finanziamenti ed essere in prima linea nella creazione di nuove opportunità".

In collaborazione con:
Unicusano

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie