Wwf, piano per ripresa Mediterraneo da 400 miliardi

Appello a 22 Paesi. Donatella Bianchi,'oasi che tutti invidiano'

Redazione ANSA ROMA

Lavorare insieme a un'economia blu per il Mediterraneo in grado di generare un valore di circa 400 miliardi di euro l'anno, l'equivalente di oltre la metà del Fondo per la Ripresa proposto dall'Ue. Questo l'appello lanciato dal Wwf ai 22 Paesi e territori costieri in occasione della Giornata Mondiale degli Oceani "per la ripresa del Mare Nostrum devastato dalla pandemia COVID-19 e che si avvia faticosamente ad una stagione turistica poco promettente". Un "Blue recovery plan" (Un Piano per la Ripresa), sottolinea il Wwf "che può mettersi in moto solo se un'efficace protezione del mare e uno sviluppo economico sostenibile diventano la norma". "Il Mediterraneo è un concentrato di biodiversità che tutto il mondo ci invidia, con oltre 17.000 specie, paesaggi evocativi, ricco di cultura, tradizioni", sottolinea la presidente del Wwf Italia, Donatella Bianchi. E aggiunge: "I paesi che condividono questa grande 'oasi marina' hanno quindi un'enorme responsabilità verso i propri cittadini e la nostra proposta punta ad un futuro sostenibile del mare, per il mondo che verrà".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie