Clima: Mercalli, c'è dogma economico falso, cambiare modello

Non siamo sulla buona strada, scenario più 3 gradi a fine secolo

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 10 APR - "Viviamo in un dogma economico falso. Non è possibile una crescita infinita in un mondo dalle dimensioni e dalle risorse limitate. Bisogna cambiare modello economico". Così Luca Mercalli, presidente della Società meteorologica italiana nel corso del suo intervento alla 'Climate open platform', organizzata da Fridays for future a Milano, in vista della pre-Cop26 in programma in autunno in Italia (la Cop, cioè la Conferenza delle parti vera e propria sarà nel Regno Unito; il nostro Paese avrà la co-presidenza).

Secondo Mercalli "al momento non siamo sulla buona strada": rispetto alla necessità di ridurre le emissioni di CO2, in linea con l'Accordo di Parigi, e agli scenari ipotizzati (in base alle azioni che saremo in grado di mettere in campo), "siamo più spostati su un aumento" della temperatura di "tre gradi" centigradi "a fine secolo". Quanto al taglio delle emissioni e dell'inquinamento atmosferico a causa del Covid-19 - spiega Mercalli - nel 2020 è stato del 6,5%; ma avverte: è già stato reso vano, tutto è tornato come prima.

La 'Climate open platform' è la prima assemblea pubblica internazionale ed è un primo passo di un percorso di avvicinamento per la pre-Cop di Milano. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie