Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Patuano (A2A),'Italia potrebbe essere secondo player Ue'

Per indipendenza energetica. In Fvg fotovoltaico da 60 mega watt

Redazione ANSA TRIESTE
(ANSA) - TRIESTE, 27 MAR - "Se facessimo maggiore affidamento sulla nostra capacità di utilizzare fonti rinnovabili, potremmo essere il secondo player europeo per indipendenza energetica, su questo che lavoriamoo e dobbiamo continuare a lavorare". Lo ha detto Marco Patuano, presidente di A2a, a margine della assemblea generale di Confindustria Alto Adriatico.

"Per la transizione occorre tempo, che non deve essere semplicemente lasciato scorrere,va utilizzato con pianificazione attenta e investimenti che ricoprono archi temporali anche lunghi. Per passare da un sistema energetico a un altro occorrerà ben più di un decennio. L'esempio del Friuli Venezia Giulia è molto interessante, dalle fonti energetiche tradizionali si sta passando rapidamente a quelle che sono le fonti rinnovabili, quindi non solo il tradizionale idroelettrico ma anche il fotovoltaico, in misura molto importante, e impianti di transizione che devono essere pronti e resi disponibili, penso all'idrogeno e ai biocarburanti, un percorso estremamente interessante che deve essere pianificato per tempo".

Per quanto riguarda il fabbisogno di energia del Paese, Patuano ha anticipato che "ci sarà un importantissimo aumento sia della componente del fotovoltaico sia della componente eolica, in particolare l'Italia può far conto su un'irradiazione solare molto abbondante, su tutto il territorio nazionale. Qui in Friuli Venezia Giulia stiamo realizzando un impianto da 60 megawatt, molto importante perché fare impianti fotovoltaici vicino agli utilizzatori finali, l'industria, è importante. Oggi l'Italia in termini di capacità di indipendenza energetica è relativamente bassa a livello europeo, ci affidiamo ancora a molta energia importata. Se facessimo maggiore affidamento sulla nostra capacità di utilizzare fonti rinnovabili, potremmo essere il secondo player europeo per indipendenza energetica, e su questo che stiamo lavorando e dobbiamo continuare a lavorare".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA