Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Napoli in piazza chiede un immediato "cessate il fuoco"

Napoli in piazza chiede un immediato "cessate il fuoco"

Iniziativa Cgil e associazioni a largo Berlinguer

NAPOLI, 24 febbraio 2024, 12:15

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Napoli in piazza contro tutte le guerre. Questa mattina Cgil e associazioni si sono incontrate a Largo Berlinguer per chiedere un immediato 'cessate il fuoco', cosi come si leggeva in uno dei tanti striscioni esposti.
    Presenti, con i vertici della Cgil Napoli e Campania, l'Anpi, il Comitato Pace e Disarmo, il Coordinamento per la democrazia costituzionale, la comunità palestinese ed ucraina, Greenpeace, Udi, Pax Christi, Cidis, Cnca, Legambiente , Federconsumatori, Un ponte per, Donne in Nero, Ascender, Libera, Figli in Famiglia, Nurige, Cittadinanza Attiva, Arci, Terra di confine. E poi tanti giovani, lavoratori e pensionati, padre Alex Zanotelli, Antonio Bassolino e Omar Suleiman. "Napoli - ha detto il segretario generale della Cgil Napoli e Campania, Nicola Ricci - non può rimanere ferma e indifferente, questa città deve lanciare un segnale anche per riaffermare un ruolo dell'Europa nella costruzione di un percorso che porti alla pace. Va ridotta la spesa militare a favore di quella sociale, bisogna fermare l'industria militare, ricostruire un clima di convivenza e sicurezza per tutti i popoli".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza