Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Eroi del quotidiano di Scampia, riconoscimento di Mattarella

Eroi del quotidiano di Scampia, riconoscimento di Mattarella

Sono Antonio Piccolo e Carlo Sagliocco della scuola calcio Arci

NAPOLI, 24 febbraio 2024, 19:53

Redazione ANSA

ANSACheck

Sagliocco e Piccolo - RIPRODUZIONE RISERVATA

Sagliocco e Piccolo -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Sagliocco e Piccolo - RIPRODUZIONE RISERVATA

Antonio Piccolo, 74 anni e Carlo Sagliocco, 71 anni, sono tra i nuovi trenta commendatori dell'Ordine al merito della Repubblica italiana. Sono stati insigniti dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per il loro impegno come 'eroi del quotidiano". I loro nomi nel quartiere napoletano di Scampia sono noti da tempo. Sono nel quartiere - realizzato grazie alla legge '167' - da tantissimi anni portando avanti un'opera silenziosa ma preziosa "per aver offerto, attraverso la fondazione di una Scuola Calcio, un posto dove i giovani di Scampia si possano ritrovare e promuovere iniziative sociali". Calcio, iniziative sociali e culturali: sono questi i tre pilastri di un impegno che va avanti da decenni superando non poche avversità, come quella avvenuta solo all'inizio dello scorso gennaio quando la scuola calcio 'Arci Scampia' è stata presa di mira dai ladri che hanno svuotato il deposito con attrezzatura ed abbigliamento sportivo destinati ai 350 ragazzi iscritti. Una vicenda che ha sollevata una corale indignazione espressa anche attraverso i social.
    Piccolo nel 1986 ha fondato l'Arci Scampia (con al suo fianco sempre Sagliocco, insieme hanno sostenuto tante iniziative anche oltre il perimetro del quartiere ed addirittura all'estero), frequentata in questi anni da migliaia di giovanissimi che ha rappresentato la testimonianza, come egli stesso ha detto, che "quando si vuole fare qualcosa di positivo, anche nelle condizioni piu' avverse si riesce a farlo quotidianamente attraverso la partecipazione dei ragazzi''. E così il centro ha rappresentato un luogo dove far crescere ragazzi consapevoli ai quali sono state insegnate non solo le regole del gioco del calcio ma anche della vita.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza