Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Curare il patrimonio raccontandolo, a Napoli il convegno del Fai

Curare il patrimonio raccontandolo, a Napoli il convegno del Fai

Con Magnifico, Pontecorvo, Manfredi e Schmidt

NAPOLI, 24 febbraio 2024, 16:33

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Curiamo il patrimonio, raccontandolo: è stata la valorizzazione il tema del XXVIII Convegno nazionale del Fai-Fondo per l'Ambiente Italiano (quasi 50 anni di attività, 73 beni gestiti in tutto il Paese) che al Teatro Bellini ha richiamato centinaia di delegati e volontari italiani. Con i vertici del Fondo (il presidente Marco Magnifico, la vicedirettrice generale per gli Affari Culturali Daniela Bruno, il presidente Fai Campania Michele Pontecorvo) sono intervenuti il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi e l'assessore al Turismo della Campania Felice Casucci salutati da un video messaggio del ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano .
    "E' oggi a noi assolutamente chiaro che il restauro di un monumento architettonico o paesaggistico non è già il fine ma solo il primo, fondamentale, delicatissimo mezzo per consentire la realizzazione della nostra missione: educativa, sociale e culturale. Il nostro approccio è dunque cambiato evolvendosi verso un servizio non solo alle pietre ma anche alle anime, raccontando le tante storie racchiuse nel nostro patrimonio culturale e con ciò valorizzandolo" sottolinea Magnifico. Tra le personalità sul palco l'archeologo Andrea Carandini, la gallerista Lia Rumma, i direttori del Museo e Real Bosco di Capodimonte Eike Schmidt e del parco di Pompei Gabriel Zuchtriegel. Manfredi ha parlato della necessità di un approccio sempre più condiviso nella gestione del patrimonio culturale: "Un grande patrimonio materiale e immateriale quello della città di Napoli che ha bisogno di un partenariato forte tra quella che è la gestione pubblica e la partecipazione della società civile.
    Mai come a Napoli i modelli che sono messi in campo dal FAI sono importanti e utili. Come amministrazione lavoreremo insieme per trovare sempre forme di collaborazione". "Essere da oltre dieci anni a fianco del Fai rappresenta per noi un impegno tangibile nella valorizzazione della nostra ricchezza culturale e territoriale" ricorda Michele Pontecorvo Ricciardi, vicepresidente di Ferrarelle Società Benefit e presidente Fai Campania. Dopo la Baia di Ieranto in Campania potrebbe essere individuato a breve anche un luogo Fai, a Napoli: numerose le idee, dal Mercato Ittico a Villa Ebe.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza