/ricerca/ansamed/it/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Wwf, a rischio metà delle specie di squali nel Mediterraneo

Fondamentali nel mitigare l'impatto dei cambiamenti climatici

14 luglio 2023, 17:22

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA - Oltre la metà delle specie di squali e razze presenti nel Mediterraneo sono a rischio: si tratta della percentuale più alta rispetto al resto degli oceani. A lanciare l'allarme il Wwf in occasione dello Shark Awareness Day che ricorre oggi. L'associazione sottolinea come, in un Mediterraneo surriscaldato, popolazioni sane di squali e razze svolgano anche un ruolo 'insospettabile' e importante nel mitigare l'impatto dei cambiamenti climatici, aumentando con la loro presenza e attività il sequestro del carbonio e supportando la biodiversità marina. Si stima, spiega Giulia Prato, responsabile Mare del Wwf Italia, che la cattura degli squali impedisca di 'stoccare' negli oceani fino a 5 milioni di tonnellate di carbonio. "Popolazioni sane di squali e razze possono quindi contribuire, come accade anche per le grandi balene, al fondamentale ciclo del carbonio 'blu' del nostro oceano e contribuire a mitigare l'impatto del cambiamento climatico".

A tutela di questi animali diverse azioni tra le quali i progetti in collaborazione con alcune comunità di pescatori come quella di Monopoli in Puglia, visto che l'Adriatico meridionale è un'area fondamentale per le verdesche, poiché qui passano gran parte dell'estate e dell'autunno. Inoltre, diverse strategie di mitigazione delle catture accidentali verranno ulteriormente testati e approfonditi nel corso del 2023 e 2024, a Monopoli e anche con i pescatori liguri. Il Wwf chiede alle istituzioni italiane di sviluppare un Piano d'Azione Nazionale (NPOA) per la salvaguardia e gestione di squali e razze, attraverso l'istituzione di un tavolo interministeriale di coordinamento e in consultazione con gli esperti della comunità scientifica, i pescatori e le organizzazioni della società civile.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

Ultima ora Mondo

Errore 404 - Pagina non trovata - ANSA.it Wwf, a rischio metà delle specie di squali nel Mediterraneo - Ambiente - Ansa.it
/ricerca/ansamed/it/search.shtml?tag=
Mostra meno
404

Pagina non trovata

Le cause principali per cui viene visualizzata una pagina di errore 404 sono le seguenti:

  • un URL digitato erroneamente
  • un segnalibro obsoleto
  • un collegamento datato proveniente da un motore di ricerca
  • un link interno interrotto non rilevato dal webmaster.

Se riscontri il problema, ti invitiamo a contattarci per segnalarlo.

Grazie.