Sahel: Del Re, governance è l'approccio fondamentale

'Nuova strategia Ue considerare i Paesi regione come partner'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 04 DIC - "La governance è l'approccio fondamentale": lo ha detto Emanuela Del Re, rappresentante speciale dell'Unione europea per il Sahel, intervenuta a un incontro su cooperazione e prospettive di stabilizzazione della regione organizzato nell'ambito della Conferenza Roma Med Dialogues, promossa da Ministero degli Esteri e dall'Ispi, con ANSA media partner e alla sua ultima giornata. Tale approccio nasce da una "rivoluzione culturale" dell'Unione europea, quella di considerare i Paesi del Sahel quali "Stati partner con cui lavorare per garantire coesione sociale e pace", ha aggiunto.
    "Questo significa che non possiamo intervenire solo a livello militare, ma aiutare la società nel suo sviluppo", ha continuato, facendo l'esempio del fenomeno terroristico, che per molti giovani delle aree remote del Sahel rappresenta "un illusorio welfare alternativo". "Abbiamo compreso che dobbiamo coinvolgere i Paesi africani, in una mutua responsabilità", ha commentato la rappresentante speciale dell'Ue per il Sahel.
    "Abbiamo una strategia e vogliamo cambiare le cose insieme, con molti progetti in vari campi", da quello sanitario a quello amministrativo, passando per iniziative mirate alle donne e alla creazione di opportunità economiche. In Unione europea, inoltre, sono sempre di più i Paesi coinvolti in merito, anche se lontani dalla regione: è il caso della Lituania e dell'Estonia, ha ricordato Del Re. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA