Recovery: Giovannini (Asvis), Def sia basato su Agenda 2030

Da quest'anno le raccomandazioni Ue dipendono dagli Sdgs

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 05 OTT - Da quest'anno l'analisi annuali e le raccomandazioni della Commissione europea specifiche per i singoli paesi saranno basati sui 17 obiettivi di sviluppo sostenibile Sdgs, con una prospettiva molto più ampia rispetto a prima. "Questo passaggio implica un cambiamento importante per il modo in cui il Parlamento funziona" a partire dalla discussione del Def, spiega il portavoce dell'Asvis, Enrico Giovannini, in un'audizione alla commissione Industria del Senato sulle linee guida per il piano nazionale di ripresa e resilienza.
    "Da adesso in poi - sottolinea Giovannini - il documento di economia e finanza, sia nella parte generale sia nella parte dei piani di riforma, dovrà adottare l'agenda 2030 come quadro di riferimento. Quindi le varie proposte dovranno essere lette in questo ambito". Inoltre, continua il portavoce dell'Alleanza per lo sviluppo sostenibile, "come abbiamo proposto da molto tempo e secondo le linee guida della commissione è necessario che tutti gli interventi legislativi siano valutati ex ante sempre alla luce dell'agenda 2030 e del Green new deal", con un'analisi almeno qualitativa. Il modello proposto da Giovannini è quello dell'analisi fatta annualmente da Asvis sulla legge di bilancio ex post. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA