Lidl Italia diventa clima neutrale,riduce emissioni del 48%

Già installati pannelli fotovoltaici e impianti a Led

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 22 SET - Lidl Italia, catena della grande distribuzione organizzata con oltre 680 punti vendita sul territorio, sarà clima neutrale entro il 2022. Nello specifico, il gruppo Lidl si è posto l'obiettivo entro il 2030 di ridurre complessivamente le emissioni in tutti i paesi in cui opera dell'80%, rispetto a quelle prodotte nel 2019. All'interno di questa strategia, Lidl Italia ridurrà la propria carbon footprint del 48% entro lo stesso anno.
    L'azienda ha già raggiunto in Italia diversi obiettivi per la riduzione delle proprie emissioni. E' stato predisposto anche un articolano piano che prevede di intervenire sulle emissioni che vengono generate a monte della catena di approvvigionamento. Per fare ciò, verranno stabiliti degli incentivi per i fornitori per favorire la riduzione delle loro emissioni.
    "Il cambiamento climatico è un tema che necessita di un intervento da parte di tutti. Lidl Italia, seguendo il motto 'sulla via del domani', agisce in questa direzione e ha scelto di fare della tutela del clima uno degli assi fondamentali della propria politica", afferma Massimiliano Silvestri, Presidente di Lidl Italia.
    Lidl Italia ha, inoltre, implementato negli anni numerose misure volte a ridurre la propria impronta di carbonio tra cui l'installazione di pannelli fotovoltaici e di impianti di luci a Led nelle proprie strutture, l'avvio di un programma per la riduzione degli sprechi alimentari, l'utilizzo di una flotta di camion a biometano e il posizionamento di colonnine per la ricarica elettrica delle automobili. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA