Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Imprese italiane delle rinnovabili, +13% nel 2023

Imprese italiane delle rinnovabili, +13% nel 2023

Symbola, da 33.257 a 37.655. Podio a Lombardia, Lazio, Campania

RIMINI, 29 febbraio 2024, 11:00

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Le imprese italiane delle energie rinnovabili nel 2023 sono aumentate del 13,2% rispetto all'anno precedente, da 33.257 a 37.655. Lo rivela il rapporto "Geografia produttiva delle rinnovabili in Italia" della Fondazione Symbola di Ermete Realacci e di Italian Exhibition Group, presentato oggi a Key, la fiera annuale delle rinnovabili a Rimini.
    Il 74,4% delle imprese italiane attive o potenzialmente attive nella filiera delle fonti green lavora sul fotovoltaico, il 37,1% sull'eolico, il 23,2% sulle bioenergie (ovvero biomasse e biogas), il 17,6% sull'idroelettrico, il 13,0% sul geotermoelettrico e l'8,1% sul solare termico.
    Su 37.655 imprese, la dimensione media è di 9,5 addetti, cifra che supera di 2,4 volte la media del totale delle aziende extra-agricole. Spiccano le imprese di installazione e manutenzione (39,2%), quelle impegnate nella produzione di energia (13,8%), il commercio (12,3%), la manifattura (9,6%), l'affitto e la gestione immobiliare (6,4%), e le attività di consulenza, collaudo e monitoraggio (6,1%). La distribuzione delle imprese per settore di attività si mantiene piuttosto stabile tra gli anni.
    Oltre un terzo delle imprese ha la sede legale in Lombardia, Lazio e Campania. La Lombardia domina con 6.035 imprese, corrispondenti al 16,0% del totale nazionale, seguita dal Lazio con 4.084 imprese e una percentuale del 10,8%. La Campania è al terzo posto con 3.490 imprese (9,3%), seguita dalla Sicilia con 3.018 (8,0%) e il Veneto molto vicino con 2.981 imprese (7,9%).
    Queste cinque regioni raccolgono insieme oltre la metà del totale delle imprese censite nella filiera (52,1%).
    Per il complesso della filiera delle rinnovabili, la provincia di Roma si distingue come leader (con 3.096 aziende, rappresentando l'8,2% del totale in Italia), influenzata principalmente dalla presenza di imprese specializzate nelle operazioni di installazione e manutenzione. Le seguono Milano con 2.748 imprese (7,3%), Napoli (1.569, 4,2%), Bolzano (1.220, 3,2%) e Torino con (1.098, 2,9%).
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza