Case religiose pronte a stagione estiva

Sono oltre 1.600 le strutture aperte al turismo

(ANSA) - ROMA, 9 MAG - Sfatato ormai il mito di conventi e monasteri chiusi in loro stessi, quest'estate saranno oltre 1.600 le strutture religiose italiane in cui i turisti potranno trascorrere le loro vacanze. Per i 123.000 posti letto disponibili non vige l'obbligo della partecipazione alla vita comunitaria di frati o suore, "ma l'indubbia particolarità di questi luoghi darà la possibilità anche al semplice turista di sperimentare, se lo vorrà, un approccio ambientale sicuramente diverso dalla classica vacanza commerciale", spiegano dall'Associazione Ospitalità Religiosa Italiana. Nelle strutture gestite direttamente da religiosi (o di loro proprietà) sono comprese anche case per ferie, residenze, colonie, eremi, foresterie, case parrocchiali, ostelli e case alpine.
    L'obiettivo dei proventi è sostenere le attività caritatevoli e missionarie che parrocchie e ordini religiosi svolgono sia in Italia che nel Terzo Mondo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA