Montali lancia la Ryder 2022, sarà evento storico

Il dg del progetto: "Dal Colosseo al Vaticano, Roma protagonista"

Redazione ANSA ROMA

(di Federico Colosimo)

(ANSA) - ROMA, 26 NOV - La Ryder Cup 2022 un evento da sogno "che rimanga nella storia, realizzabile da svegli. Senza spendere un solo euro pubblico stanziato dal governo come garanzia statale". Gian Paolo Montali, direttore generale del progetto Ryder Cup 2022, all'ANSA svela idee e progetti concreti della sfida tra Europa-Usa che è destinata a lasciare il segno.
    Per il CEO dell'European Tour, Keith Pelley, la Ryder italiana sarà "un festival oltre lo sport. L'intenzione - ha spiegato da Dubai in occasione del Dp World Tour Championship - è quella di creare un evento a 360 gradi". Destinato ad esaltare le bellezze di Roma. Dalle celebrazioni "One year before" al Colosseo, ai due capitani in udienza dal Papa al Vaticano, passando per la cena di gala in un luogo iconico, "magari - spiega Montali - alle Terme di Caracalla tra storia, sport e cultura". E ancora: una "Road to Rome" a via della Conciliazione e la cerimonia d'apertura al Marco Simone, teatro della super sfida. E poi una gara tra i migliori chef stellati americani ed europei, da Gordon Ramsay a Chicco Cerea, oltre a testimonial d'eccezione come Francesco Totti, Alessandro Del Piero e Andrea Pirlo che potrebbero disputare la gara delle "celebrity" dove, spiega Montali, "sarebbe bellissimo avere anche Mario Draghi, appassionato golfista". Col desiderio concreto di vedere Tiger Woods giocare un Open d'Italia. "Insieme al presidente Fig Franco Chimenti - rivela Montali - a Dubai, nell'ultimo evento 2019 dell'Eurotour, abbiamo incontrato il board RCE. E' stata l'occasione per illustrare progetti e iniziative di cui tutti si sono mostrati entusiasti. Vogliamo un evento iconico, per tutti, che valorizzi Roma e rimanga nella storia". L'Italia, nell'ambito di un derby eterno con la Francia è pronta a mettere in mostra le sue bellezze. Parigi si presentò con i capitani del Team Europe e Usa (Thomas Bjorn e Jim Furyk) scagliare un tee shot dalla Torre Eiffel. Poi organizzò una cena alla Reggia di Versailles. La Città Eterna non ha alcuna intenzione di essere da meno. "Porteremo i due capitani al Colosseo - rivela Montali - e poi al Vaticano dal Papa. 'La cena di gala? Sarebbe bellissimo organizzarla alle Terme di Caracalla. L'evento sarà un mix di sport e cultura dove dovrà uscire l'immagine unica di Roma. Le nostre sono idee attuabili e realizzabili. Parigi ha vissuto poco la Ryder 2018, Roma sarà invece fulcro dell'evento".
    La questione viabilità sembra preoccupare l'opinione pubblica ma non Montali. "In questi anni abbiamo sempre fatto i conti con problematiche all'apparenza insuperabili. Grazie al lavoro di squadra con Regione Lazio e Comune di Roma e per questo voglio ringraziare il presidente Nicola Zingaretti, la sindaca Virginia Raggi e i loro rispettivi team. Stiamo lavorando in sinergia per essere all'altezza della situazione e far capire a tutti il nostro grado di capacità nell'organizzare eventi oltre lo sport.
    La Ryder 2022 lascerà una legacy importante per Roma e tutto il territorio laziale. Allargare le strade, costruire rotonde, sbloccare i lavori sulla Tiburtina, è fondamentale. Attraverso una competizione sportiva lavoriamo per migliorare le infrastrutture. Da 8 mesi monitoriamo ogni via e incrocio che porta al Marco Simone e tutto viene fatto in modo oggettivo". La Ryder per il futuro, le Olimpiadi di Tokyo 2020 per il presente.
    Montali da allenatore della Nazionale Italiana di pallavolo, tra le tante medaglie (due ori europei) ha vinto anche un argento ad Atene 2004 e per la campagna giapponese punta sugli azzurri e in particolare modo su Francesco Molinari che, dopo la delusione Masters, ha incontrato difficoltà lungo il suo cammino, straripante nel 2018: "Può ambire all'oro e sicuramente a vincere una medaglia. Nella mia vita ho vinto tanto perché ho perso molto. Le sconfitte sono propedeutiche al successo e ti fanno scoprire i punti deboli su cui lavorare. Molinari è un atleta coraggioso e sono certo che tornerà presto ad eccellere.
    I Giochi per ogni Federazione e atleta rappresentano il più importante obiettivo a livello agonistico". Il movimento azzurro verso la Ryder 2022 vola, nel 2019 oltre 40 successi in campo internazionale e riconoscimenti di prestigio. Virginia Elena Carta, per il successo NCAA con la Duke University, è stata ricevuta alla Casa Bianca da Donald Trump. "Una soddisfazione enorme - spiega Montali - per tutta la FIG a partire dal presidente Chimenti". Tanti i desideri da realizzare nel viaggio verso la Ryder, tra questi quello di portare Woods a giocare un Open d'Italia. "Ci lavoro da anni - ammette Montali - e posso dire questo è un sogno che si può realizzare da svegli. Lui è il Michael Jordan del basket e il Maradona del calcio. Ha un cachet importante e stiamo lavorando con diverse aziende per verificare la fattibilità dell'operazione. Vorrei Woods anche per far capire all'Italia l'importanza di un fenomeno sportivo. A Roma potrebbe recitare il ruolo di capitano del Team Usa e questo potrebbe agevolare il nostro compito. Con un'eventuale nomina a condottiero della spedizione a stelle e strisce sarebbe 'obbligato' a vedere il campo. Averlo all'Open sarebbe un'occasione unica". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA