Turismo: nelle Marche +5,9% presenze e +5,46% arrivi

Ceriscioli, riconoscimento Lonely Planet vale anno di promozione

Redazione ANSA ANCONA

(ANSA) - ANCONA, 26 NOV - Le Marche si avviano a chiudere un anno di piena ripresa dei flussi turistici, culminato nel riconoscimento della guida Lonely Planet come top destination 2020, regione al secondo posto di Best in Travel. Nel periodo tra gennaio e ottobre, in base a dati elaborati dall'Osservatorio regionale del turismo, gli arrivi hanno segnato +5,46%, le presenze +5,95%. Nel dettaglio sono cresciuti arrivi e presenze dei turisti italiani (rispettivamente +6,3% e +7,79%), mentre gli stranieri hanno segnato un incremento di arrivi (+1,32%) e un accorciamento del periodo di permanenza (-2,45%). Dati "di tendenza", forniti dalle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere, ma sufficienti a far capire che le Marche stanno superando il "drammatico periodo post sisma". Per il futuro si punta a consolidare il mercato italiano e a crescere su quello estero, soprattutto Usa, per il quale è strategico avere un aeroporto che funzioni e in crescita. Molto è legato anche al riconoscimento di Lonely Planet, "che da solo vale un anno di promozione" ha rilevato il presidente della regione Marche Luca Ceriscioli. Ma il 2020 si gioca anche sulle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Raffaello, sul Giubileo lauretano, sulla nuova campagna promozionale su outdoor e bike con Vincenzo Nibali. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA