Valmontone in festa per "Armonie di ottobre" e 'Tartufo più'

Da sabato 12 chef e 70 cantine a Palazzo Doria Pamphilj

Redazione ANSA ROMA

Una maratona all'insegna del gusto di territorio e del buon bere nel Lazio e fuori regione, la partecipazione di 70 aziende vitivinicole. Valmontone torna ad ospitare "Armonie di ottobre", seconda edizione, e "Tartufo più'' aprendo le porte di Palazzo Doria Pamphilj, da sabato 12 a lunedì 14 ottobre, agli artigiani del gusto, 12 ristoratori del gusto, aziende vitivinicole del Lazio e di altri territori dal Friuli alla Sicilia in collaborazione con numerose enoteche locali.

Le due manifestazioni dedicate alla promozione e alla degustazione dei migliori prodotti eno-gastronomici del Lazio, sono state presentate all'Enoteca Vyta, alla presenza tra gli altri, della consigliere regionale Eleonora Mattia, e organizzate dal Comune di Valmontone con il patrocinio ed il contributo di Arsial e della Regione Lazio, assessorati all'Agricoltura e al Turismo. Ad accogliere gli amanti della buona tavola i ristoratori del territorio che in cucina utilizzeranno i prodotti di forni, macellerie, caseifici, laboratori di pasta artigianale e pasticcerie locali, oltre alle migliori specie di tartufi del Lazio, siano essi bianchi e neri.

Padrini di eccezione delle due manifestazioni sono lo chef stellato Paolo Gramaglia (1 Stella Michelin), executive chef e patron del ristorante President di Pompei, e Roberto Cipresso, uno dei migliori enologi e studiosi di vino al mondo, che presenterà un libro e guiderà una degustazione. ''Non potranno mancare . sottolinea Giulio Pizzuti, assessore alle attività produttive del Comune di Valmontone - lo gnocco di tritello, di recente riconosciuto da Arsial prodotto agroalimentare tradizionale (Pat) e la ciambella scottolata, per la quale i cinque panificatori di Valmontone sono prossimi al riconoscimento De.Co. di Anci Lazio. Fondamentale, per noi, è anche la collaborazione con le scuole, sia con gli istituti comprensivi di Valmontone che con i due istituti di istruzione superiore, alberghiero Livatino di Cave e grafico e turistico via Gramsci di Valmontone, con gli studenti impegnati in un concorso, rispettivamente per la migliore ricetta e la migliore fotografia".

"L'idea che c'è dietro il progetto di Armonie di ottobre - commenta la consigliere regionale Eleonora Mattia, presidente della IX Commissione della Regione Lazio - è quella di uscire dagli schemi della fiera enogastronomica ed utilizzare i sapori e le eccellenze di un territorio come strumento di promozione turistica e culturale, di sostegno all'imprenditoria locale, di valorizzazione dei prodotti agricoli del territorio.

Armonie di ottobre e TartufoPiù sono due eventi distinti, legati però dalla stessa filosofia, quella di animare Palazzo Doria Pamphilj consentendo ai visitatori di gustare i piatti della tradizione, i migliori vini del Lazio e numerose specie di tartufo, fondendo in un'unica offerta le diverse facce dell'economia di un territorio". In conclusione, l' innovazione introdotta dal Comune di Valmontone e dall'assessore Giulio Pizzuti sta nel fatto che la manifestazione non dura soltanto tre giorni ma un anno intero, attraverso tredici tappe di avvicinamento che hanno visto protagonisti i principali chef locali che, con menu speciali studiati di volta in volta, hanno consentito a tante persone di conoscere Valmontone e le eccellenze della provincia di Roma e del Lazio.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA