Reveal a Le Mans per super berlina Aston Martin Rapide AMR

Versione in chiave racing, con 603 Cv, della nuova ammiraglia

Redazione ANSA

ROMA - Per celebrare la vittoria dello scorso anno ed enfatizzare l'impegno nella 24 Ore di Le Mans, anche quest'anno Aston Martin ha fatto debuttare nella 'cornice' del celebre circuito stradale de La Sarthe la versione definitiva della sua berlina quattro porte sportiva Rapide in edizione AMR, che era stata annunciata allo scorso Salone di Ginevra.

Come indica questa sigla - che sta per Aston Martin Racing e che identifica anche il settore competizioni della Casa di Gaydon -, la Rapide AMR è una speciale versione 'corsaiola' dell'ammiraglia britannica, prevista per essere prodotta in soli 210 esemplari proposti in tutti i mercati, ad esclusione di Russia e Cina, nel tre schemi di design Standard, Silhouette e Signature, e con prezzo che parte da 230mila euro circa.

Nel presentare la nuova versione della rapide, Andy Palmer, CEO di Aston Martin, ha detto: "AMR utilizza la tecnologia e l'ispirazione dal nostro programma racing per amplificare le doti sportive delle nostre vetture da strada, un processo che è evidente nella Rapide AMR, la quattro porte più estrema, che arriva a nuovi limiti eccitanti".

Cuore di questa super-ammiraglia è il potente 6.0 V12 aspirato già utilizzato nella Vantage GT e migliorato specificamente per l'utilizzazione nella Rapide. La potenza arriva a 603 Cv e la coppia massima è di 630 Nm, livelli di erogazione che si traducono in una velocità massima di 330 km/h e in un'accelerazione 0-100 in soli 4,4 secondi.

Aerodinamica, sospensioni, ruote e freni sono stati modificati e adeguati alle prestazioni, come dimostrano i cerchi da 21 pollici (una novità per Aston Martin) con pneumatici Michelin Super Sport e i freni carboceramici da 400 mm all'avantreno e 360 mm al retrotreno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA