Moda

Ritorno alle origini, a Pitti Uomo tris d'assi toscano

Gucci Garden il 12 giugno presenta nuove sale, Cavalli è ospite d'onore, Scervino apre nuova boutique

La maison Roberto Cavalli torna a sfilare a Firenze © ANSA

   Tre grandi maison italiane, tre aziende che fondano le loro radici in Toscana, Roberto Cavalli, Gucci, Ermanno Scervino, sono il tris d'assi che sfodera Pitti Uomo n. 94 il salone fiorentino dell'abbigliamento maschile in programma a Firenze dal 12 al 15 giugno, con 1.240 marchi presenti a Fortezza da Basso, di cui 561 esteri, che sarà inaugurato a Palazzo Vecchio dal neo ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli.

Leggi le tendenze uomo qui

    In apertura di Pitti il 12 giugno Gucci celebra l'apertura di due nuove sale della Galleria curata da Maria Luisa Frisa, all'interno del Gucci Garden ideato dal direttore creativo della maison Alessandro Michele nello storico Palazzo della Mercanzia, in Piazza della Signoria. Nella boutique del Gucci Garden saranno presentati nuovi prodotti in edizione unica con le illustrazioni di un artista al suo debutto nella collaborazione con Gucci. Roberto Cavalli, guest star di questa edizione sfila il 13 giugno segnando il ritorno del marchio nella sua città di origine. La nuova collezione maschile è firmata da Paul Surridge, neo-direttore creativo di tutte le linee del gruppo che dal 2015 è al 90% di proprietà del fondo d'investimento Clessidra Sgr. Ermanno Scervino celebra l'apertura della nuova boutique in Via Strozzi e il 14 giugno partecipa alla presentazione del progetto Scervino -Fondazione Zeffirelli, per il quale gli studenti dell'Istituto Marangoni hanno interpretato 12 outfit della Bisbetica Domata. Anche Giorgio Armani inaugura una boutique in via de' Tornabuoni.

    Il 13 giugno Cos presenta Soma, capsule basata su comfort e design. Per il lancio un evento speciale animerà un luogo suggestivo della città con la partecipazione del coreografo britannico Wayne McGregor. Anche Birkenstock sceglie il 13 giugno per il suo evento nel Giardino Torrigiani. In pedana il mood della collezione e musiche firmate da Michel Gaubert. La Fondazione Pitti Immagine Discovery presenta Fanatic Feelings - Fashion Plays Football, mostra multimediale curata da Markus Ebner fondatore dei magazine Achtung Mode e Sepp Football Fashion e dal critico d'arte Francesco Bonami che mette in luce l'attrazione che il mondo del calcio esercita su moda e immaginario maschile. La mostra allestita fino al 22 luglio, si visita nel Complesso di Santa Maria Novella.

    Il designer londinese Craig Green, menswear guest di Pitti 94 sfila la sua collezione il 14 giugno. Nelle sue proposte emergono la capacità d'innovare i codici del menswear senza perdere di vista le dinamiche del mercato. Uno stile che mixa influenze del workwear e volumi futuristici, silhouette scultoree e aspetti funzionali. Il giapponese Fumito Ganryu, Designer project di Pitti, dopo l'esperienza nel gruppo Comme des Garcons presenta il 13 giugno a Firenze la sua etichetta indipendente con un evento. Guest Nation di Pitti è la Georgia in scena allo Spazio Carra in Fortezza, grazie al supporto di Lelp Enterprise Georgia l'agenzia che fa capo al Ministero dell'Economia georgiano. I marchi sono: Aznauri, Anuka Keburia, Gola Damian, Situationist, Tatuna Nikolaishvili, Vaska.

    Due i compleanni a Pitti: Herno celebra 70 anni con Library nella ex Stazione Leopolda; Lardini festeggia 40 di attività con un evento a Fortezza. A Pitti il 13 giugno ci sarà anche Moncler Genius 7 Fragment Hiroshi Fujiwara, presente quest'ultimo. Federico Curradi torna a Firenze il 14 giugno per presentare la collezione omonima con un'installazione-evento nel giardino di un palazzo nobiliare. Emilio Pucci e Bonaveri s'incontrano per mettere in scena le loro capacità creative. Alla Polveriera, Sease, marchio di Giacomo e Franco Loro Piana, introduce un concept sulle passioni maschili. Nick Wooster X Paul&Shark è la capsule che racconta il brand italiano visto dal designer americano. Debutta la nuova linea di Iceberg, Ice Play, legata al mondo della street couture. In occasione dell'80 anniversario di Candiani Denim, speciale co-lab con il marchio di Los Angeles Atelier& Repairs, da cui nasce una capsule a base di denim 100% sostenibile.

  • Patrizia Vacalebri
  • 10 giugno 2018
  • 08:57

Condividi la notizia